Le Cronache Lucane

BILANCIO, SALTA ANCORA IL CONSIGLIO

A causa dell’assenza anche di Bardi già acciaccato, oggi non si terrà la già rinviata seduta


SE NE RIPARLERÀ TRA LUNEDÌ E MERCOLEDÌ. ITALIA VIVA LANCIA LE SUE 14 PROPOSTE


È slittata a lunedì 23 maggio la seduta del Consiglio regionale che era stata aggiornata alla mattina di oggi. Complice un problema di salute del presidente della Regione Basilicata Vito Bardi.

Per permettere la sua presenza in Aula, che a quanto pare non poteva essere garantita neanche per oggi si è preferito attendere un altro paio di giorni. D’altronde la richiesta di aggiornamento approvata nella seduta “lampo” di martedì aveva già fatto constatare che i numeri non erano a favore della maggioranza.

Eppure il peso per una manovra finanziaria da approvare, considerata anche la gestione straordinaria in cui versa l’Ente, non è da poco. La maggioranza avrebbe dovuto presentarsi già martedì unita e compatta, come sottolineato dal capogruppo del Partito democratico Roberto Cifarelli e da quello del Movimento 5 Stelle Gianni Leggieri.

Le parole tanto di Cifarelli quanto di Leggieri a non fare leva sul senso di responsabilità dell’opposizione e a non fare giochi muscolari in assenza di numeri riecheggia anche oggi nei corridoi di via Verrastro.

E già perchè se il governatore lucano a quanto pare è stato fermato da un serio problema di salute che scusa hanno avuto quei consiglieri di centrodestra assenti? Difficile a dirsi, anche se l’accusa lanciata dalla ex leghista Dina Sileo sul clima esasperante in cui approda questo bilancio fa certamente riflettere.

Non solo il voto di Sileo dopo quella stoccata in Aula non è detto che sia a favore del bilancio ma porta a far pensare che ci sia qualche altro scontento della maggioranza.

Eppure molti si sarebbero immaginati che con l’elezione del nuovo ufficio di presidenza del Consiglio regionale gli animi si fossero assopiti e invece. Il lungo periodo che ha preceduto l’approvazione di questo atto fondamentale per l’Ente a quanto pare incide ancora sia in termini emotivi che politici. Una prova che necessita di essere superata ma dall’esito non certo scontato.

Infatti, nella comunicazione di slittamento appare con certezza che la discussione potrebbe protrarsi anche al giorno successivo, quasi a voler sottolineare che sarà una seduta di fuoco. La speranza, però, come si dice in molti casi è l’ultima a morire.

Certamente se Bardi non potrà contare sul voto della sua intera maggioranza ascoltando l’intervento del sempre mite consigliere regionale Carlo Trerotola alla responsabilità di tutti, a prescindere dallo schieramento politico di appartenenza, c’è da scommettersi che potrebbe incassare il suo.

Quello che avrà in mente invece l’ex assessore regionale all’Agricoltura Vincenzo Baldassarre si scoprirà oggi.

Una conferenza stampa convocata dal gruppo IDeA prima dello slittamento di lunedì a poco ore dall’avvio dei lavori del Consiglio. Un bilancio di questi quasi tre anni di amministrazione. Sarà un segno o semplicemneto una coincidenza?


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti