Le Cronache Lucane

MATERA, ULTIMATUM DAL PREFETTO


CAOS BENNARDI LA DIFFIDA DI COPPONI AD APPROVARE IL DOCUMENTO CONTABILE, SCATENA LE CRITICHE DELL’OPPOSIZIONE


MATERA. L’ultimo fine settimana è stato davvero movimentato per la politica materana: l’amministrazione Bennardi, infatti è stata chiamata all’appello dal Prefetto Sante Copponi che, mediante un atto formale ha «Diffidato il Consiglio comunale di Matera ad approvare entro termine perentorio la deliberazione per l’approvazione del rendiconto di gestione relativo all’esercizio finanziario 2021».

Il prefetto inoltre ha fatto sapere che: «In caso di mancato adempimento nel termine fissato si provvederà in via surrogatoria a mezzo di “commissario ad acta” nonché al contestuale avvio della procedura di scioglimento del consiglio ».

Il documento contabile che il Comune di Matera è dunque con urgenza chiamato ad approvare è il bilancio consuntivo e in proposito va detto che Cronache Lucane aveva già precedentemente segnalato in un articolo la criticità dell’eccessiva procrastinazione dell’approvazione del predetto documento. Il primo a comunicare la notizia della diffida prefettizia, è stato il Consigliere di Forza Italia Nicola Casino il quale ha così commentato: «La scarsa capacità gestionale e politica dell’Amministrazione Bennardi è oramai chiara se non si riesce nemmeno a rispettare i tempi per la normale attività di Consiglio.

Le preoccupazioni dell’opposizione si sono rivelate fondate». La replica del Sindaco di Matera è arrivata sui social: «La cosa che si omette di dire – ha precisato Bennardi – è che molti comuni italiani non solo non hanno approvato il rendiconto entro il 30 Aprile ma non sono ancora nelle condizioni di poterlo fare al contrario di Matera. Il motivo è il medesimo dell’anno scorso, la rendicontazione Covid non c’era negli altri anni, un lavoro enorme delle risorse di stato aggiuntive per il covid ma svolto dalle medesime persone».

Bennardi ha poi concluso dicendo: «Io ho molto rispetto delle attività nella massima assise, dove i rendiconti vengono discussi, rinviati, approvati o meno, infatti la diffida è arrivata a tutti i consiglieri comunali». Parole quelle del sindaco che non hanno convinto Gianni Schiuma, il leader di Cittadini Controvento.

Schiuma infatti, quanto alla frase di Bennardi: “La diffida del prefetto è arrivata a tutti i consiglieri”, ha osservato: «Non è che con questa frase il sindaco ha provato a “minacciare” qualcuno della sua maggioranza? Non è – ha proseguito Schiuma – che c’è qualcuno restio ad approvare il bilancio, e che il sindaco, ha voluto ricordargli la diffida del Prefetto come a dire “Assumiti la responsabilità di mandare tutti a casa”?».

Secondo la consigliera Scarciolla (Matera 3.0) «Bennardi è preoccupato dal fatto che il perdurare della sua carica di sindaco possa dipendere dai consiglieri. » E in proposito Scarciolla ha ricordato: «A fine luglio 2021, il Sindaco convocò me e Milena Tosti dicendoci che “Eravamo in maggioranza” per ottenere il voto dell’assestamento di bilancio di 2 giorni dopo». E la consigliera Tosti (Matera 3.0) ha aggiunto: «In quella occasione ci fidammo della parola e dell’uomo e ci sbagliammo su entrambi i fronti!».

Il bilancio consuntivo dunque a breve sarà in Consiglio comunale e lì si capirà se l’amministrazione bennardi andrà avanti o è arrivata al capolinea.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti