Le Cronache Lucane

BELVEDERE “VOLO DELL’ANGELO”: DOMANI L’INTITOLAZIONE AL PIONIERE POSTIGLIONE

Radio libere Valluzzi: «Nino amico di Castelmezzano»


Tra i primi amministratori lucani che hanno voluto rendere omaggio alla figura di Bonaventura Postiglione, detto Nino, per la sua opera in favore delle radio libere vi è certamente il sindaco di Castelmezzano, Nicola Valluzzi. Così l’attrattore turistico più importante della regione ricorderà Nino Postiglione.

«Non abbiamo solo pensato – spiega il primo cittadino di Castelmezzano, Nicola Valluzzi – ma abbiamo già ottenuto le autorizzazioni necessarie affinché si potesse raccontare, anche alle migliaia di persone che arrivano al volo dell’angelo, una bella storia di comunicazione che oggi è diventata attualità». «Se quella storia oggi sembra essere una condizione acquisita, quasi scontata, – continua Valluzzu – nel 1976 viceversa non era affatto così».

«L’idea è stata quella, insieme a tanti altri amministratori locali, di segnare questa memoria con l’intitolazione alle radio libere in memoria di Nino Postiglione, di un sito importante. Lo facciamo – prosegue il sindaco Valluzzi – perché lui fu fra i pionieri di questa grande avventura che poi ha segnato il sistema della comunicazione in Italia.

Ebbene il nostro luogo più frequentato, ossia il belvedere del volo dell’angelo da cui partono e passano migliaia di persone ogni anno e da cui si può osservare forse la prospettiva più bella della skyline delle Dolomiti lucane d’ora in poi sarà il belvedere Nino Postiglione ». Quindi i ricordi di un tempo passato.

«Anche noi fummo allievi di un’idea – aggiunge il sindaco, Nicola Valluzzi – ossia quella di valorizzare la montagna che è la nostra antica maledizione e che noi non avevamo mai saputo valorizzare nella sua bellezza».

Da qui nasce l’emulazione di esperienze che già in Europa si erano in qualche modo appalesate. «L’idea è quella di realizzare il sogno più antico dell’uomo, ossia – spiega il primo cittadino – quello di volare proprio tra i picchi di arenaria delle Dolomiti lucane».

«Nino, peraltro, è stato amico antico di Castelmezzano, assiduo frequentatore che seguì con le sue avventure elettorali ma anche con la passione e la veemenza che lo contraddistinsero. È un po’ l’assioma del “volere è potere”».

Infine, spiega Valluzzi: «La lungimiranza del pioniere italiano delle radio libere. Nino ci ha seguito nel nostro racconto – conclude il sindaco di Castelmezzano, Nicola Valluzzi – fin da quando avviammo questo progetto del volo dell’angelo.

Da sognatore come noi intravedeva in quell’esperienza la possibilità di rafforzare la capacità di comunicazione del nostro territorio. Restano indimenticabili i suoi racconti». La lungimiranza di un lucano che era veramente avanti a tutti oggi finalmente viene riconosciuta anche a Castelmezzano.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti