Le Cronache Lucane

LINEA VERDE, MA NON LEGHISTA

Dopo il trampolino di lancio in Rai, per Peppone Calabrese sarà corsa alla fascia tricolore?


AMICO DI FOLINO (E FORSE QUALCOSA IN PIÙ) E SPERANZA, SAREBBE L’ANTI GUARENTE INDIVIDUATO DAL CSX COME SPECCHIETTO PER LE ALLODOLE


DI MASSIMO DELLAPENNA

Quella che fino a qualche giorno fa pareva essere solo un’indiscrezione di corridoio, sembra acquisire sempre maggiore forza: il centro sinistra potrebbe puntare alle prossime elezioni comunali su Peppone Calabrese come candidato sindaco.

IL RISTORATORE CHE DIVENTA STAR

La storia del ristoratore potentino, come è noto ai più, si trasforma in un percorso professionale, con la chiamata in Rai, di carattere artistico. dalla sera alla mattina.

E nel suo ristorante a Potenza, Cibó, si sono consumati negli anni diversi appuntamenti politici. Pare all’ombra di un amico molto stretto, le malelingue, forse anche infondatamente addirittura parlano di una sorta di socio, Vincenzo Folino.

E non è un caso, ancora dice qualcuno, senza alcuna prova a sostegno, che la chiamata del tutto inaspettata a condurre Linea verde, lo storico programma della Rai, sia arrivata quando Vincenzo Folino sedeva tra i banchi dei senatori del centro sinistra.

Di lì una escalation in termini di popolarità che lo hanno portato ad assumere un ruolo chiave come volto noto della Rai, ma anche volto ben foraggiato da una serie di iniziative che in via indiretta lo hanno riguardato e finanziate dalla Regione Basilicata per la promozione del territorio.

LA CANDIDATURA COL PLACET SPERANZIANO

Ed in forza di questa amicizia con una certa area sinistra del centro sinistra, quella la cui eredità è stata acquisita dal ministro della salute, Roberto speranza, unitamente alla popolarità acquisita, ha fatto pensare (vox populi, vox dei) di proporre Peppone quale prossimo candidato del centro sinistra.

Con la benedizione degli amici di aria D’Alemiana, con Speranza in testa. Calabrese, ha pensato qualcuno, dopo i disastri politici di Guarente e del centro destra, potrebbe rappresentare il volto pulito sul quale il centro sinistra possa riciclarsi tentando di mettere nuovamente le mani sulla città, con lo specchietto per le allodole del volto popolare.

Una soluzione che non sappiamo quanto sia gradita dal diretto interessato, chiaramente dovrebbe per questo lasciare le attività in corso che come dicevamo, sono abbastanza fiorenti, sia per la conduzione della trasmissione Rai che per l’indotto.

È notizia di queste ore, infatti, che non solo la regione Basilicata, ma anche altri Enti stiano acquistando servizi di promozione dal candidato in pectore del centro sinistra. Ma questa è un’altra storia nella quale ci occuperemo nelle prossime puntate…


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti