Le Cronache Lucane

UIL TRASPORTI, IL “TALLONE D’ACHILLE” DELLA MOBILITÀ IN CITTÀ E IN REGIONE

A Potenza il congresso regionale per “ridare dignità al Paese, alle persone e al lavoro”: «Non solo uno slogan, ma un impegno comune»


POTENZA. “Ridare dignità al Paese, alle persone e al lavoro” è questo lo slogan scelto per il congresso della Uil Trasporti che si è tenuto ieri mattina a Potenza, a conclusione di una due giorni in cui si è tenuto il focus sul trasporto che, nel suo complesso, rappresenta un elemento fondamentale per lo sviluppo dei centri urbani e il benessere dei cittadini.

Un congresso dell’organizzazione di categoria della Uil a cui hanno partecipato il segretario regionale Antonio Cefola, il segretario generale nazionale Claudio Tarlazzi, il segretario regionale Uil Vincenzo Tortorelli.

Insieme con la nuova segreteria che affianca Cefola composta da Vito Lucia, segretario aggiunto con delega autoferrotranvieri, Gerardo Ligrani segretario organizzativo con delega all’igiene ambientale, Michele Miolla con delega alla provincia di Matera, Antonietta Pecce con delega alla logistica e Cpo e Donato Caponero con delega ferrovieri. E al quale, inoltre, sono intervenuti anche il sindaco di Potenza, Mario Guarente, e l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra.

Tra i temi affrontati – appunto – i trasporti: quello pubblico urbano, ferroviario e su gomma a lunga percorrenza, le infrastrutture e – non da ultimo – le condizioni di lavoro degli addetti.

Ebbene, l’importanza straordinaria dei trasporti che – come li ha definiti l’assessore regionale Merra – sono «il sangue di una regione», e in quanto tale «è necessario che scorra anche tra le arterie ferroviarie anche della Basilicata».

Magari, sfruttando al meglio la sua predisposizione naturale di “cerniera” tra le regioni della Campania, Puglia e Calabria per una fattiva soluzione per collegarla non solo al Mezzogiorno bensì a tutto il resto del Paese. Perché, come ha evidenziato Cefola, «dare dignità alle persone oggi, significa darla alla totalità dei cittadini», anche attraverso l’offerta di Servizi che soddisfino in primis i loro bisogni e le loro esigenze.

«Nel nostro caso – continua il segretario regionale – per esigenze e bisogni di mobilità che ci riguardano sia a livello regionale che nazionale.

Certamente, a livello nazionale, ci vorrebbe un’attenzione maggiore per poter raggiungere la Basilicata e attraversarla, non solo sfiorarla, per poi congiungerla con le restanti regioni del Meridione».

Appunto, dal punto di vista nazionale, vi è una «vera e propria fase di rinnovamento – come ha affermato il segretario generale nazionale Claudio Tarlazzi – nonostante il periodo storico particolare, caratterizzato dalla pandemia e dal recente conflitto in Ucraina, che incide parecchio sulla nostra economia ».

Un nuovo modello di sviluppo e uno spiraglio di speranza, in fondo al tunnel perché, come enfatizza Tarlazzi: «Ci deve essere ottimismo, abbiamo fatto passi in avanti in questi anni e molti altri bisogna farne. E io credo che il sindacato sia ancora uno degli ultimi baluardi della difesa della diritti, del lavoro e dunque della dignità delle persone».

E la “persona” al centro pare essere l’obiettivo comune, non solo del congresso, ma della mission della Uil al cui tavolo dei lavori, come già anticipato, è intervenuta l’assessore alle Infrastrutture Merra che ha ribadito la volontà di «voltare pagina nella gestione della mobilità regionale nell’interesse di lavoratori e cittadini».


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti