Le Cronache Lucane

A MENO DI UN MESE DALL’ARRIVO DELLA 7° TAPPA AL LAVORO PER ASFALTARE E TINGERE DI ROSA LA CITTÀ

Giro d’Italia, l ’arrivo a Potenza della 150esima gara ciclistica è prevista per il 13 maggio. Nulla osta al transito dalla Regione entro oggi


In programma il 13 maggio, con partenza da Diamante (CS) ed arrivo dopo 198 chilometri e bene 4490 metri di dislivello a Potenza, la “carovana rosa” più famosa d’Italia transiterà in Basilicata, facendo tappa anche nel capoluogo di regione. La settima tappa del Giro d’Italia torna, infatti, a percorrere le strade lucane: attraverserà i territori di Maratea, Trecchina, Lauria, il Monte Sirino, Sarconi, Grumento, Viggiano, Marsicovetere, Calvello, Abriola, Pignola per giungere, dopo l’ultima salita della Sellata, nel centro di Potenza.

Da cui i ciclisti e i loro team ripartiranno il giorno successivo. La Basilicata, Potenza in particolar modo, può essere definita un “paradiso” per gli amanti del ciclismo e della mountain bike.

Quello che, infatti, potrebbe essere visto come un punto dolente per gli automobilisti potentini. per i ciclisti e gli appassionati del cicloturismo in genere abituati invece ai rettilinei e alle strade pianeggianti, qui si rivela una vera e propria manna L’ultima volta del Giro d’Italia in questi territori fu nell’ottobre del 2020, quando la carovana rosa fece tappa a Matera.

Ora il privilegio di essere luogo di arrivo e di ripartenza spetta alla città di Potenza.

LAVORI IN CORSO PER LA TAPPA POTENTINA

Gli aspetti legati alla sicurezza in vista della 7° tappa del 105esimo Giro d’Italia in programma il prossimo 13 maggio da Diamante a Potenza, sono stati esaminati in una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto del capoluogo lucano, Michele Campanaro.

Alla riunione hanno partecipato dirigenti della Regione, delle forze dell’ordine, della protezione, dell’Anas e i sindaci dei tanti Comuni che saranno toccati dalla carovana rosa, oltre ai rappresentanti della Rcs che organizza il Giro ciclistico più famoso in Italia.

In provincia di Potenza i corridori percorreranno circa 170 chilometri. La Regione Basilicata, secondo quanto reso noto dalla Prefettura di Potenza entro oggi «sarà rilasciato il nulla osta al transito della corsa sui tratti previsti». Il Giro d’Italia rappresenta da sempre un momento di festa e di trasporto collettivo. L’arrivo il 13 maggio della tappa di Diamante- Potenza sarà «il culmine di una serie di interventi ed iniziative che l’Amministrazione comunale sta ponendo in essere in questi giorni».

Ad affermarlo è il neo assessore allo sport del Comune di Potenza, Gianmarco Blasi. «Per farci trovare pronti alla sfida – ha spiegato – abbiamo inteso nominare un Comitato di tappa, lo stesso si compone di varie figure, alcune tecniche e per lo più individuate tra i dipendenti dell’amministrazione stessa, altre di alto profilo professionale».

Tra queste spicca la figura di Giuseppe Calabrese, alias Peppone, volto ormai noto della Rai che «ci metterà la faccia come promoter e testimonial della tappa potentina mettendosi a disposizione della città a titolo gratuito».

«In tal modo – ha aggiunto l’assessore allo sport Blasi – il Giro d’Italia diventerà occasione di confronto, momento di festa nonché di opportunità per la crescita economica e sociale per la città di Potenza e sarà uno degli eventi più importanti nel calendario di eventi previsto per “Potenza città europea dello sport 2021- 2022”».

UN’OCCASIONE GHIOTTA PER LA CITTÀ ED ANCHE PER IL SUO RIFACIMENTO DELLE STRADE

«Io credo che il Giro d’Italia sia il macroattrattore più importante per la città di Potenza, sia per la visibilità e la vetrina che ne deriverebbe a livello internazionale, perché è una delle tre tappe ciclistiche più celebri a livello mondiale, sia per la storia del Giro legata alla nostra nazione, evento molto sentito nel Paese, dagli sportivi e non», spiega Blasi.

«Lanceremo una serie di contest – continua l’assessore allo sport – per addobbare la città, colorarla di rosa e farla trovare ben sistemata per quando la tappa arriverà in città il 13 maggio ».

«Poi seguiranno una serie di iniziative culturali e musicali a contorno del grande evento, i cui dettagli – anticipa in esclusiva Blasi – verranno poi approfonditi in una conferenza stampa ufficiale, nei prossimi giorni, insieme con il Comitato tappa per esplicitare tutta una serie di iniziative che stiamo mettendo concretamente in piedi badando al portafoglio, viste pure le difficoltà pregresse e note dei conti dell’Amministrazione comunale».

Sarà questa un’occasione per «aprire anche un dibattito con il sindaco, il quale ha la delega alla “Mobilità sostenibile” – tema a lui tanto caro quanto suo tallone d’Achille – e per cui cogliere la palla al balzo per parlare finalmente e concretamente anche per la città di Potenza di percorsi ciclo-pedonali». A tal proposito, Blasi chiarisce, come «per quel che compete l’assessore alla viabilità, Di Noia, si adopererà, insieme con i suoi Uffici, per farsi trovare pronto per la questione degli asfalti».

Annosa questione, questa, dibattuta ed affrontata a più riprese anche nell’ultimo consiglio tenutosi mercoledì. Un problema che affligge da tempo immemore la città capoluogo e la sua mobilità, con la presenza di ingombri del manto stradale con evidenti deteriorarmenti sparsi qua e là per le strade cittadine. Strade che, ha chiarito Blasi, «subiranno degli interventi » in particolar modo quelle che riguardano via del Gallitello, viale dell’Unicef, viale Firenze, via Lazio: insomma, le strade protagoniste indirette del passaggio della carovana rosa.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti