Le Cronache Lucane

PURE LA REGIONE CAMPANIA CELEBRA NINO POSTIGLIONE

Radio libere audito Luppino (Rea) in VI commissione


Continuano gli attestati di stima verso Nino Postiglione, pioniere delle radio libere che con la sua attività ha dato voce ai singoli cittadini.

A Napoli, nel corso dell’Audizione in sesta Commissione Consiliare della Regione Campania, presieduta dall’Onorevole Carmela Fiola, sulI’Istituzione della data celebrativa delle Radio libere 1976, su proposta dell’Onorevole Tommaso Pellegrino, il giornalista e storico speaker radiofonico Tonino Luppino, oggi Consigliere Nazionale della R.E.A. (Radio Televisioni Europee Associate), ha ricordato il potentino Nino Postiglione, primo pioniere in Italia delle Radio in Fm.

«Noi della R.E.A. – ha osservato Luppino – dopo una dettagliata indagine conoscitiva, abbiamo scoperto che la primogenitura Radiofonica in Italia va riconosciuta non a Milano International (1975) e tanto meno a Radio Parma (1974), ma a Nino Postiglione di Potenza, che registrò nel 1973 presso la Camera di Commercio del capoluogo regionale della Basilicata “Radio Diffusione” divenuta poi Radio Potenza Centrale, il network più ascoltato in Basilicata e seguito anche nelle regioni del Sud»!

Al termine del suo intervento, Tonino Luppino ha invitato tutti a tributare un applauso a Nino Postigione, volato in Cielo nel 2013.

L’Onorevole Tommaso Pellegrino, concludendo i lavori dell’audizione alla quale sono intervenuti anche il Presidente della R. E. A., dottor Antonio Diomede, l’On.le Francesco Iovino e il Presidente del Corecom Campania Domenico Falco, ha annunciato che il prossimo 28 luglio, data della storica e rivoluzionaria Sentenza della Corte Costituzionale del 1976 che legittimò le trasmissioni radiofoniche purché in ambito locale, facendo finire il monopolio di Radio Rai, si svolgeranno manifestazioni, per ricordare le mitiche Radio libere e fare il punto sulla situazione, a livello di libertà di espressione e pluralismo democratico.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti