Le Cronache Lucane

ANCHE AL CIMITERO DEGRADO E INCURIA

La denuncia, il consigliere di FI Casino bacchetta il Comune: «In una città che voglia definirsi civile, il luogo dove riposano i nostri cari, deve essere decoroso non solo il 2 novembre»


CAOS MATERA


Queste sono ore in cui tutte le forze politiche materane si stanno preparando per affrontare il Consiglio comunale di domani cui si dovranno approvare sia il bilancio che il Dup.

Sebbene tutta l’attenzione dei consiglieri sia rivolta ai documenti contabili, c’è stato anche qualcuno che nel frattempo non ha dimenticato il suo consueto controllo sul decoro urbano della città.

Il Consigliere comunale di Forza Italia, Nicola Casino, infatti, ha segnalato lo stato di «Incuria e degrado più totale in cui è stato lasciato il luogo dove riposano i nostri cari». Recandosi infatti presso quello che a Matera è chiamato il “Cimitero vecchio”, che è situato in via IV Novembre, il Consigliere Casino ha documentato l’abbandono di pedane in legno, sporcizie varie, una canaletta di deflusso delle acque sconnessa e un bidone dell’immondizia traboccante di rifiuti.

Eppure il Cimitero vecchio di Matera ha anch’esso una sua tradizione storica visto che risale al 1841, data in cui, seppur tardivamente, la città si adeguò al famoso “Editto di Saint Cloud” con il quale nel 1804 Napoleone stabilì che “Le tombe venissero poste al di fuori delle mura cittadine”, proprio per motivazioni igienico sanitarie.

Ma tornando alla criticità segnalata nel Cimitero vecchio dal Consigliere Casino, va anche detto che essa arriva proprio all’indomani della pubblicazione di una determina dirigenziale del Comune, nella quale si prevede la liquidazione di circa 44mila euro per gli “Interventi urgenti di ripristino e potenziamento dell’ impianto di videosorveglianza presso il cimitero di Contrada Pantano” che sarebbe il cimitero “nuovo” di Matera.

Ora che la sorveglianza dei cimiteri sia senz’altro necessaria, nessuno lo mette in discussione, ma, come la segnalazione di Casino ha messo in evidenza, anche la manutenzione e l’igiene del cimitero vecchio rivestono importanza non secondaria. Va anche ricordato poi che anche in merito al “cimitero nuovo” lo scorso anno sono state fatte delle segnalazioni di incuria da parte dei Consiglieri Toto e Morelli di Fratelli d’Italia.

Concludendo poi sulla questione di igiene pubblica sollevata da Casino circa il cimitero vecchio, il Consigliere di Forza Italia ha bacchettato l’Amministrazione anche sotto l’aspetto del rispetto e della sensibilità nei confronti dei defunti. «In una città che voglia definirsi “civile”, ha detto Casino, il “Campo Santo” deve essere un luogo decoroso, sempre, non solo il 2 novembre».

E così, il messaggio che Casino ha lanciato da ultimo all’Amministrazione materana è stato, è proprio il caso di dirlo, lapidario: «Non è così che si amministra Matera!»


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti