Le Cronache Lucane

POTENZA: RUSH FINALE PER EVITARE I PLAY OUT

Serie C, domani alle 14:30 al “Veneziani” contro il Monopoli non ci saranno Cuppone e Marcone per squalifica. Vassallo: «Sarà una gara difficile»


Mentre il Bari vede sempre più vicino il sogno della B, a cinque gare dalla conclusione del campionato la situazione nella zona bassa della classifica si fa sempre più incandescente. Taranto, Messina, Potenza e Paganese, divisi da una manciata di punti si daranno battaglia sino alla fine per evitare la lotteria dei play out.

Domani pomeriggio alle 14:30 il Potenza di mr.Arleo sarà impegnato al “Veneziani” contro un Monopoli, il quale insieme alla Virtus Francavilla sono considerate le squadre rivelazioni del torneo.

Non è così per i rosso-blù i quali, pur rimanendo ancorati al momento positivo (nelle ultime sette gare hanno ottenuto dieci punti) soprattutto sul proprio “green” non riescono ad ottenere una vittoria. Le ultime due vittorie risalgono agli inizi di febbraio contro Foggia e Vibonese.

Insomma, i pareggi ottenuti contro Catanzaro e soprattutto Taranto e Palermo se da un lato hanno messo in risalto una squadra pronta a giocarsela con tutti sino alla fine e che, come dice lo stesso tecnico rosso-blù, finchè la matematica non ci dirà di giocare i play out sono pronto a credere nella salvezza diretta; dall’altro hanno messo in evidenza che al cospetto dei propri supporter’s, Ricci e soci pur mantenendo un vantaggio inziale non riescono a chiudere la gara.

Inoltre, nello scontro diretto di mercoledì scorso contro la Paganese si è visto un Potenza a “double face”. Ad un primo tempo dove, si è visibilmente notato una squadra stanca e per nulla reattiva; nel secondo invece, una squadra dove, sotto di una rete ed in dieci uomini ha tirato fuori gli “artigli” ed ha limitato la sconfitta.

Domani pomeriggio al “Veneziani” il Potenza affronterà un Monopoli in grande salute e che cercherà fino alla fine di posizionarsi più in alto possibile. Questo per far sì da disputare i play off ed affrontare nel primo turno una compagine più abbordabile.

Contro i “gabbiani” bianco-verdi mr.Arleo che, dopo il recupero di mercoledì ha avuto soltanto due giorni per preparare la gara dovrà fare a meno del bomber Cuppone e del portiere in seconda Marconi appiedati per una gara dal giudice sportivo.

Per questa trasferta ipotizziamo che il tecnico potentino possa mettere in campo forze fresche come Gigli e Sandri ed in avanti al posto di Cuppone si possa vedere la coppia Romero-Salvemini.

QUI MONOPOLI

Clima decisamente diverso da Potenza si respira a bordo dell’Adriatico. Il Monopoli di mr. Colombo ha ottenuto fin ora 55 punti ed è al quinto posto in classifica. Quest’anno insieme all’altra pugliese Francavilla sono state classificate come le rilevazioni del campionato professionistico di serie C.

Merito della società e del tecnico brianzolo di aver saputo mettere in campo un gruppo di nomi non altisonanti ma che hanno nella testa tanta voglia di fare bene.

Ci sono riusciti tutti. Ad iniziare da Starita, dieci centri fin ora, a Grandolfo a Borrelli, ma anche ad una delle difese più perforate del torneo. Domani nello scontro tra Monopoli e Potenza si ritroveranno con maglie diverse gli ex rosso-blù Viteritti e Piccinni, mentre non sarà a disposizione di mr.

Colombo il centrocampista Guiebre. Si tratta di un’ assenza pesante in casa Monopoli ma giustificata: il calciatore infatti, è stato convocato dalla nazionale del suo paese, il Burkina Faso che affronterà il Belgio di campioni come Lukaku e De Bruyne il 29 marzo prossimo.

Intanto nella conferenza stampa di metà settimana le dichiarazioni di Francesco Vassallo, il centrocampista nativo di Palermo, che ha analizzato il momento dei biancoverdi in vista dell’impegno interno di domenica prossima contro il Potenza. «Abbiamo fatto sin qui un campionato strepitoso, – ha sostenuto l’ex Palermo – e non è ancora finita. Vista la classifica possiamo giocarcela.

È ovvio che ci sono squadre più attrezzate. Ma, a sei partite dalla fine siamo li e ci proveremo in tutti i modi Col Potenza mi aspetto una partita difficile, come tutte le restanti sei partite.

All’andata è stata una partita sofferta, perché loro in casa esprimono un calcio diverso rispetto a quello che possono esprimere fuori. Tutte le squadre che sono lì per salvarsi le giocano tutte alla morte; non che noi lasciamo spazio agli avversari ». Ha perfettamente ragione.


Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti