Le Cronache Lucane

CONSIGLIO COMUNALE, CONTRO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE VINCE IL VOTO TRASVERSALE


Il Consiglio Comunale si è aperto con la trattazione del tema avente ad oggetto l’“Adozione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche , Peba, da parte del Comune di Matera”.

Il Consigliere Montemurro ha letto il testo della mozione ricordano che «l’eliminazione delle barriere architettoniche Peba, è uno strumento di pianificazione e programmazione che deve fungere da guida circa i criteri generali di progettazione affinché si pongano delle limitazioni all’insorgere di barriere architettoniche e si consenta di creare ambienti interamente fruibili da parte di coloro che sono portatori di disabilità».

La consigliera Stigliani poi ha rimarcato l’importanza dei progetti del Peba ritenendo che in questo ambito l’attuale Amministrazione comunale: «Ha fatto davvero molto intervenendo in tante maniere diverse e in tanti settori, dal regolamento del verde urbano che prevede l’integrazione a tutti i livelli dei portatori di disabilità sino alla eliminazione delle barriere architettoniche sulle giostrine di Natale».

Il consigliere di Fratelli d’Italia Mario Morelli, invece ha proposto alla mozione anti barriere architettoniche, un emendamento chiedendo di: «Inserire un apposito capitolo di bilancio per la locazione delle risorse finanziarie sufficienti per garantire il livello più adeguato di copertura economica tecnico e finanziario in relazione ai fabbisogni espressi».

Nicola Casino, Consigliere di Forza Italia ha poi detto: «È una mozione così importante quella dell’eliminazione delle barriere architettoniche, perché coinvolge le anime e le sensibilità di tutti, però sarò lì a bacchettare chiunque si permetta anche in futuro di utilizzare questi temi per mera opportunità politica».

Gianni Schiuma, consigliere del Pd, ha richiesto l’introduzione di un emendamento che: «Impegna il Sindaco e la Giunta ad individuare risorse nell’ambito del Pnrr per interventi integrati di accessibilità e sicurezza della città».

Anche la Consigliera Scarciolla di Matera 3.0 ha chiesto l’inserimento di un emendamento affinché: «All’interno del processo di elaborazione del Peba vengano inserite delle persone o associazioni che sul tema delle barriere architettoniche hanno esperienze personali e di attivismo in questo campo». Con 27 voti favorevoli e 3 astenuti la mozione antibarriere architettoniche è stata approvata con un significativo voto trasversale che ha unito maggioranza e opposizione.

L’Assise comunale ha poi affrontato l’ordine del giorno proposto dal Consigliere Doria (Matera Civica), avente ad oggetto: “Opposizione alla delega in materia di servizi pubblici del D.d.l. Concorrenza a detrimento delle autonomie locali”. Doria ha ribadito la natura comprimente del decreto Concorrenza nei confronti delle autonomie comunali e ha contestato la competenza esclusiva statale nella gestione dei servizi pubblici locali.

Il Consigliere Paterino ha proposto che «si lasci alle autonomie locali la possibilità di verificare le modalità di attuazione del servizio pubblico». Gianni Schiuma (Pd), invece ha sostenuto che «i privati non rispondono solo al profitto ma svolgono un ruolo di creazione del valore di cui la componente economica può essere una dimensione». Scarciolla a sua volta, annunciando l’astensione dal voto, ha ribadito che dopo tutto il «Ddl Concorrenza chiede nel complesso che si armonizzino le norme».

Il Sindaco Bennardi ha affermato che «occorre sostenere il pubblico quando si tratta di servizi pubblici, ma il servizio pubblico non deve esserr mantenuto in una campana di vetro inattaccabile». La mozione è passata con 25 voti favorevoli.

Quanto alla nomina del Presidente dell’organo di revisione per il triennio 2022- 2025 c’è stata la conferma di Giovanni Rautis. Sull’aliquota addizionale Irpef ha detto il Consigliere Schiuma: «Riteniamo che si poteva fare di più dunque ci asterremo dal voto».

Peterino invece ha commentato: «Bisogna venire incontro alle fasce deboli ma nel modo giusto». Con 20 voti favorevoli e 8 consiglieri astenuti il provvedimento è stato approvato. Approvata anche l’aliquota Imu per l’anno 2022 con 19 voti favorevoli. Si è trattato poi in assise il tema dell’affidamento dell’attività di riscossione coattiva delle entrate tributarie ed extratributarie mediantel’Agenzia delle Entrate- Riscossione (Ader). Dopo un dibattito tecnico sulla necessità di esternalizzare o meno la riscossione dei tributi considerando i pro e i contro del servizio, con 21 voti favorevoli e 1 voto contrario della Consigliera Violetto, il Consiglio ha deciso sulla convenienza della esternalizzazione del servizio.

Approvato anche il “Regolamento generale delle entrate comunali” con 24 consiglieri favorevoli e 2 astenuti. L’ultimo argomento all’ordine del giorno, il “Regolamento per la disciplina della video sorveglianza” che si prefigge di collocare oltre 200 video-camere, è stato approvato con 23 voti favorevoli.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti