Le Cronache Lucane

POTENZA-TARANTO: UN PUNTO CHE ACCONTENTA TUTTI

Serie C, gli Jonici falliscono un rigore e restano in 10. Il Potenza non approfitta. Al Viviani il presidente della Lega di C per consegnare una targa ad Antonio Croglia


POTENZA CALCIO: (3-5-2): Greco 6, Matino 6 (40’st. Romero s.v.), Gigli 5,5 (32’st.Koblar 5,5), Cargnelutti 6,5, Zampano 5 (17’st.Burzio 6), Bucolo 6( 40’st. Nigro s.v.), Sandri 6, Costa Ferreria 5,5 (17’st.Zenuni 5,5), Coccia 6, Salvemini 6, Cuppone 6.
A disposizione: Marcone,Vecchi, Koblar, Dijdak, Romero, Burzio, Piana, Nigro, Sueva, Zenuni,Guaita, Sepe.
Allenatore Arleo 5,5
TARANTO (4-3-3): Chiorra 6; Riccardi 6, Zullo 6, Benassai 5,5, De Maria 5,5, Marsili 5, Di Gennaro 6, Labriola 5, Versienti 5(17’s.t. Mastromonaco 6) Saraniti 5 (30’p.t. Santarpia 5,5 al 43’st.Ferrara s.v.), Giovinco 5,5 (43’st.Manneh s.v.). A disposizione: Loliva, Antonino, Tomassini, Ferrara,Santarpia, Pacilli, Turi, Manneh, Mastromonaco, Cannavaro. Allenatore: Laterza 5,5.

ARBITRO: Sig. Matteo Gualtieri di Asti ASSISTENTI: Sigg. Sigg. Fabrizio Aniello Ricciardi di Ancona – Maicol Ferrari di Rovereto Quarto uomo: Sig. di Gianluca Grasso di Ariano Irpino
MARCATORI: al 15’ Cargnelutti; al 43’Di Gennaro
RECUPERO: 2’pt, 5’ st.

NOTE: Spettatori 1693 di cui 323 ospiti per un incasso di 18 mila euro.
Ammoniti: Gigli, Sandri (Pz) Benassaj, Labriola, De Maria, Di Gennaro (TA)
Esplusioni: 21’st. Labriola Angoli: 6 a 3 per il Potenza


POTENZA. Dal rigore fallito del Taranto al 2’, al vantaggio del Potenza al pareggio degli jonici a scadere di tempo. Potenza-Taranto finisce praticamente già nei primi 45’di gioco. Nel secondo tempo, nonostante l’inferiorità numerica della formazione Jonica, i rosso-blù sul proprio “green” non riescono a portare a casa tre punti preziosissimi in prospettiva salvezza.

E pur vero che su questa gara le attese erano tantissime, tant’è che sia Arleo che Laterza non avevano stravolto più di tanto le formazioni viste nelle ultime gare. Eccezion fatta per Zampano al posto di Sepe nel Potenza e di Benassai e De Maria al posto di Ferrara e dello squalificato Granata. Differenti invece i moduli di gioco in campo. Il Potenza di Arleo schiera con un 3- 5-2; gli jonici di Laterza prediligono un 4-3- 2-1.

Intanto, qualche minuto prima dell’inizio della gara, il presidente della lega di serie C. Francesco Ghirelli è arrivato a Potenza per omaggiare con una targa il fotografo e giornalista potentino Antonio Croglia per essersi reso protagonista di un gesto di grandissima generosità ripreso anche dalla cronaca nazionale nei riguardi di un bambino durante la gara tra Potenza e Turris nel dicembre scorso. Infatti, mentre sul “Viviani” imperversava un diluvio, un bambino venuto da Torre del Greco con i genitori ad assistere la gara non riusciva ad evitare la pioggia.

Antonio accortosi di quanto stava accadendo si tolto il k-way che indossava e lo ha offerto al bambino. Neppure il tempo di battere il calcio di inizio che al 2’ il direttore di gara concede un penalty per atterramento di Gigli su Giovinco.

Della battuta si incarica Di Gennaro che manda la palla sopra la traversa. La partita sale di intensità, il Potenza si porta in area avversaria ed al 6’ Sandri scaraventa un forte bolide che finisce di poco al lato della porta di Chiorra. La rete è nell’aria perché i locali hanno un passo decisamente diverso dagli avversari. Al 15’ su azione di calcio d’angolo battuto di Costa Ferreria, sul secondo palo spunta la testa di Carngnelutti che mette la palla in rete. Alla mezz’ora primo cambio per il Taranto.

Esce per infortunio Saraniti, al suo posto entra Santarpia. I ritmi di gioco calano. La formazione Jonica si affida alle palla inattive ed ai calci piazzati per cercare di ristabilire il risultato. Non ci riesce perchè trova la difesa potentina ben piazzata. Al 40’ uno scambio Di Gennaro- Santarpia consente quest’ultimo di calibrare un forte tiro. Facile la parata di Greco.

Tre minuti più tardi il Taranto accorcia le distanze con Di Gennaro pronto a sfruttare in area pontentina un assit di Di Maria. Si va negli spogliatoi con il risultato di uno ad uno. La ripresa si apre con gli stessi uomini del primo tempo.

Il Potenza va subito in avanti ed al 47’ un calcio di punzione dal limite di Costa Ferreira sfiora la traversa della porta difesa da Chiorra. Poi 20’ dove praticamente non succede nulla. Se non le sostituzioni. Nel Taranto esce Versienti per Mastromonaco; nel Potenza entra Zenuni e Burzio per Costa Ferreira e Zampano con un cambio anche nel modulo di gioco. Si passa al 4-3-3. Passano soli 4’ e gli ospiti restano in dieci. Labriola commette un brutto fallo di gioco su Zenuni. Per il direttore di gara è rosso diretto. Il Potenza prende coraggio e mette alle corde per oltre 5’ gli ospiti.

In un paio di occasioni sfiorano il raddoppio. Al 32’ ancora un cambio per i rosso-blù del Potenza. Arleo richiama Gigli per Koblar. Tre minuti più tardi entrano Romero e Nigro per Matino e Bucolo.

L’area Jonica diventa un fortino. Mr. Laterza intuisce il momento di forte difficoltà e sostituisce Giovinco e Santarpia per Manneh e Ferrara cambiando nel contempo anche schema di gioco. Il tutto nella speranza di portare a casa almeno un punto. Ci riesce al 95’ anche dopo i 5’ di extra time concessi dal direttore di gara.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti