Le Cronache Lucane

STELLANTIS, FICCO (UILM): “PREMIO STRAORDINARIO DI 450 EURO ATTESTA ATTENZIONE VERSO I LAVORATORI”

“Accogliamo con soddisfazione la scelta di Stellantis di riconoscere un premio
straordinario a tutti i suoi dipendenti nel mondo

“Accogliamo con soddisfazione la scelta di Stellantis di riconoscere un premio
straordinario a tutti i suoi dipendenti nel mondo, a fronte dei buoni risultati
conseguiti in questo suo primo anno di esistenza. I lavoratori italiani riceveranno ad
aprile 450 euro aggiuntivi al premio annuo contrattuale, che come noto nel 2022 è
stato pari in media a 1.400 euro”. Lo dichiara Gianluca Ficco, segretario nazionale
Uilm responsabile del settore auto, dopo l’incontro in videoconference con i vertici dì
Stellantis.
“Il gesto di Stellantis – commenta Ficco – è positivo in sé, nonché per i suoi
presupposti e le sue implicazioni. Innanzitutto è un atto di attenzione verso i
lavoratori che stanno pagando un prezzo molto alto per la crisi delle forniture di
microchip. Inoltre nasce da un presupposto essenziale, vale a dire che Stellantis sta
conseguendo buoni risultati nonostante la fase di estrema difficoltà del settore
automotive. Infine dovrebbe implicare che non c’è intenzione di incidere sui salari
per realizzare gli annunciati recuperi di competitività, resi necessari dalla transizione
energetica”.
“Le regole di maturazione – spiega Ficco – di questa erogazione una tantum di 450
euro saranno le medesime del premio contrattuale, salvo per il fatto che andranno
solo ai lavoratori a tempo indeterminato in forza ad aprile e non anche ai lavoratori
temporanei; inoltre trattandosi di erogazione non contrattuale sarà sottoposta a
tassazione ordinaria”.
“Ora attendiamo gli sviluppi del piano industriale – conclude Ficco – e la ripresa del
confronto al tavolo aperto presso il Ministero dello Sviluppo economico sulle
prospettive delle realtà italiane. Confido che potremo ripartire dalla approvazione
della Gigafactory di Termoli, essenziale non solo per quel territorio ma per l’intera
filiera produttiva italiana. I recenti annunci del Governo di sostegno al settore
dell’auto ci fanno sperare che sia stata recepita la nostra reiterata richiesta di
intervento, ma attendiamo politiche industriali concrete di supporto alla transizione
energetica e alla conseguente riconversione industriale”.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti