Le Cronache Lucane

CONSIGLIO DEI MINISTRI NUMERO 60 PROVVEDIMENTI ADOTTATI

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, terrà una conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri. L’incontro avrà luogo presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio

#cdm60


11 Febbraio 2022

Il Consiglio dei Ministri è convocato venerdì 11 febbraio, alle ore 10.00, a Palazzo Chigi.

Convocazione del Consiglio dei Ministri numero 60

11 Febbraio 2022

Il Consiglio dei Ministri, convocato venerdì 11 febbraio, alle ore 10.00, a Palazzo Chigi esaminerà il seguente ordine del giorno:.

  • DECRETO-LEGGE: Misure urgenti per arrestare la diffusione della peste suina africana (PSA) (PRESIDENZA – POLITICHE AGRICOLE – SALUTE – TRANSIZIONE ECO­LOGICA);
  • DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per il riordino della disciplina degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, di cui al decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288 (SALUTE);
  • LEGGI REGIONALI;
  • VARIE ED EVENTUALI.

 

Conferenza stampa del Presidente Draghi dopo il Consiglio dei Ministri

11 Febbraio 2022

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, terrà una conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri. L’incontro avrà luogo presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio. 

Conferenza stampa del Presidente Draghi al termine del Consiglio dei Ministri
Data: 11 Febbraio 2022
Luogo: Roma Sala Polifunzionale della PCM

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, terrà venerdì 11 febbraio una conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri.
L’incontro avrà luogo presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio.

Accrediti stampa:

Sarà possibile procedere con gli accrediti collegandosi al portale AMEI (Accreditamento Media Eventi Istituzionali) tramite l’indirizzo https://amei.palazzochigi.it.
Nel rispetto delle normative anti Covid, l’incontro con la stampa potrà essere seguito da un numero contingentato di giornalisti. 
Le immagini saranno messe a disposizione sui canali della Presidenza del Consiglio.
L’accesso sarà consentito mediante l’ingresso da via Santa Maria in Via 37b, esibendo il green pass rafforzato all’ingresso e indossando la mascherina Ffp2.

11 Febbraio 2022

Si svolgerà alla ore 15.00 la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Draghi. Interverranno i ministri dell’Economia e Finanze Franco e della Giustizia Cartabia.

Conferenza stampa del Presidente Draghi dopo il Consiglio dei Ministri 

11 Febbraio 2022

In corso la conferenza stampa del Presidente del Consiglio, Mario Draghi con i ministri Daniele Franco (Economia e Finanze) e Marta Cartabia (Giustizia).

#cdm60
?Draghi: «Escludo mio impegno in politica nel 2023, futuro lavoro me lo trovo da solo»

✅ Dal cdm sì alla riforma della Giustizia

Il Consiglio dei ministri ha approvato la riforma del Csm e dell’ordinamento giudiziario con le norme sullo stop alle porte girevoli.

Alle 15 la conferenza stampa del presidente del Consiglio Mario Draghi.
Presenti anche i ministri dell’Economia, Daniele Franco, e la responsabile della Giustizia, Marta Cartabia.

Draghi, Cartabia e Franco in conferenza stampa

?Draghi: «Sono stati raggiunti obiettivi importanti. La condivisione dell’impianto della riforma, la delimitazione delle aree dove permangono differenze di vedute, l’mpegno ad adoperarsi con i capigruppo per avere priorita assoluta in parlamento entro l’elezione del nuovo Csm, il rispetto dei tempi»

?Cartabia: «Era una riforma ineludibile per la scadenza del Csm in carica. Ma anche per accompagnare la magistratura in questo percorso di rinnovamento della fiducia. Questa riforma era dovuta ai tantissimi magistrati che lavorano silenziosamente fuori da ogni esposizione. E lo dobbiamo ai cittadini che hanno il diritto di recuperare piena fiducia nella nostra magistratura»

«Oggi abbiamo illustrato al Consiglio dei ministri il Dpcm che dovrebbe avviare il processo di ricerca di un partner per Ita. Seguiremo le usuali procedure: offerta pubblica o vendita diretta»

Ad affermarlo è il ministro dell’Economia, Daniele Franco al termine del Consiglio dei ministri su Ita Airways.

«Non abbiamo un programma in cui predeterminiamo i tempi», aggiunge.

?Draghi: «Niente fiducia, serve coinvolgimento partiti»

Nel corso del Consiglio dei ministri «c’è stata questa consapevolezza della necessità di un pieno coinvolgimento delle forze politiche. Quindi niente tentativi di imporre la fiducia. È un provvedimento di portata tale che necessita di questa apertura»

Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa aggiungendo che c’è stato l’impegno «di tutti ministri a sostenere con i propri partiti questa riforma»

«Ci sono delle differenze di opinioni che sono rimaste. È stato possibile modificare molto marginalmente il testo, ma c’è l’impegno corale a superarle e a raggiungere questo risultato in tempi utili per l’elezione del prossimo consiglio»

?Cartabia: «Modificata in modo incisivo modalità di nomina»

Così il ministro della Giustizia Marta Cartabia in conferenza stampa a palazzo Chigi ha descritto le linee guida della riforma dell’ordinamento giudiziario e del Consiglio superiore della Magistratura approvata dal Consiglio dei ministri.

«Abbiamo messo mano al sistema elettorale» del Csm, «riscritto il capitolo delle “porte girevoli”» per i magistrati che entrano in politica, «modificato in modo incisivo le modalità di nomina del Csm e dei vertici apicali per evitare “nomine a pacchetto” e accordi non virtuosi»

?Draghi: «Io futuro federatore del Centro? Lo escludo»

Così il premier Mario Draghi in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri, escludendo di essere interessato a diventare federatore di un centro politico :

«Lo escludo. Ho visto che tanti politici mi candidano a tanti posti in giro per il mondo mostrando grande sollecitudine, ma vorrei rassicurarli che se decisessi di lavorare un lavoro lo trovo da solo…»

?Draghi: «Importante mantenere la crescita»
«Nel primo trimestre c’è un rallentamento della crescita, le cifre dell’Italia sono meno marcate di altri paesi europei anche se la Commissione per l’Italia prevede una crescita del 4,1, superiore a quella di Francia e Germania.
Ci sono rischi sul prezzo dell’energia energia e sull’inflazione.
Abbiamo presenti queste categorie di rischi e governo sta lavorando.
L’importante è mantenere la crescita per affrontare i mercati con fiducia»

?Draghi: «Spread Italia aumenta meno di quello di altri paesi»

Così il premier Mario Draghi in conferenza stampa ad una domanda sulla crescita dello spread :

«Siccome mi aspettavo una domanda del genere mi sono preparato e sono andato a vedere i mercati prima di arrivare qui… In questo momento lo spread è del 4,5 per la Spagna, del 5,7 per l’Irlanda, del 4,4 per il Belgio, per l’Italia è del 3,33, gli spread sono aumentati per molti paesi, non per tutti, e l’ aumento italiano è inferiore a quello di tanti altri paesi. Noi partiamo da una base di spread più alto e da volume di debito più alto e per questo dobbiamo spendere bene e vigilare sui conti, sul debito»

#sapevatelo2022


IN AGGIORNAMENTO 

Gallerie
Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri numero 60

11 Febbraio 2022

Il Consiglio dei Ministri si è riunito venerdì 11 febbraio 2022, alle ore 12.25 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. Segretario, il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli.

*****

GIUSTIZIA

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della giustizia Marta Cartabia, ha deciso di apportare alcune modifiche al disegno di legge sull’ordinamento giudiziario e sulla composizione del Consiglio superiore della magistratura (CSM), già incardinato in Parlamento. 

*****

PESTE SUINA
Misure urgenti per arrestare la diffusione della peste suina africana (PSA) (decreto-legge)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per arrestare la diffusione della peste suina africana (PSA).

L’intervento mira alla eradicazione della peste suina africana nei cinghiali presenti sul territorio nazionale e a prevenirne la diffusione tra i suini d’allevamento, per assicurare la salvaguardia della sanità animale, del sistema produttivo nazionale e delle esportazioni.

Il testo attribuisce alle regioni il compito di predisporre, entro trenta giorni, il Piano regionale di interventi urgenti per la gestione, il controllo e l’eradicazione nella specie cinghiale e nei suini da allevamento della PSA, previo parere dell’ISPRA e del Centro di referenza nazionale per la peste suina, elaborato, in conformità al Piano nazionale. Al fine di assicurare il corretto e tempestivo svolgimento delle attività previste dai piani approvati, è prevista la nomina di un Commissario straordinario, il cui incarico è svolto a titolo gratuito, con il compito di coordinare le azioni di prevenzione poste in essere.

Il Commissario straordinario, in particolare, coordina i servizi veterinari delle aziende sanitarie locali competenti per territorio e verifica la regolarità dell’abbattimento e distruzione degli animali infetti e dello smaltimento delle carcasse di suini, nonché le procedure di disinfezione svolte sotto il controllo della ASL competente.

*****

ISTITUTI DI RICOVERO E CURA
Delega al governo per il riordino della disciplina degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, di cui al decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288 (disegno di legge)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un disegno di legge che delega il governo al riordino della disciplina degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS), di cui al decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288.

Nell’ambito della “Missione 6 – Salute” del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) è prevista, entro il 2022, l’entrata in vigore di un decreto legislativo per il riordino della rete degli IRCCS al fine di rafforzare e migliorare il rapporto fra ricerca, innovazione e cure sanitarie.

Il disegno di legge approvato stabilisce i principi di delega volti al raggiungimento di questa milestone europea.

In particolare, saranno introdotti criteri e standard internazionali per il riconoscimento e la conferma del carattere scientifico di IRCCS, con la valutazione dell’impact factor, della complessità assistenziale e l’indice di citazione, per garantire la presenza di sole strutture di eccellenza. Saranno definite le modalità di individuazione di un bacino minimo di riferimento per ciascuna area tematica, per rendere la valutazione per l’attribuzione della qualifica IRCCS più coerente con le necessità dei diversi territori. Fra gli obiettivi, lo sviluppo delle potenzialità degli istituti e la valorizzazione dell’attività di trasferimento tecnologico.

*****

PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta, ha deliberato l’approvazione del Programma statistico nazionale (PSN) e degli altri atti di programmazione della statistica ufficiale per il triennio 2020-2022, ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 6 settembre 1989 n. 322.

Il PSN, predisposto dall’ISTAT, stabilisce le rilevazioni statistiche di interesse pubblico affidate al Sistema statistico nazionale, ha durata triennale ed è aggiornato annualmente con la stessa procedura seguita per la sua approvazione.

*****

CONTRATTI COLLETTIVI

Il Consiglio dei Ministri ha autorizzato il Ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta, a esprimere il parere favorevole del governo sull’ipotesi di Contratto collettivo nazionale di lavoro del personale dell’Area dirigenziale della Presidenza del Consiglio dei Ministri relativo al triennio 2016-2018, sottoscritta il 24 marzo 2021 dall’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e dalle confederazioni e organizzazioni sindacali di categoria rappresentative.

*****

NOMINE

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato:

  • su proposta del Presidente Mario Draghi, acquisito il parere del Consiglio di Presidenza della Corte dei conti, la nomina a Consigliere della Corte del Generale di Corpo d’Armata dei carabinieri Ilio Ciceri, nell’ambito dell’aliquota dei posti riservati al Governo;
  • su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, la nomina del Prefetto dott. Felice Colombrino a Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso.

*****

RICORSI ALLA CORTE COSTITUZIONALE

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, ha deliberato le seguenti determinazioni d’intervento in giudizi di legittimità costituzionale:

  • giudizio promosso dalla regione Toscana avverso l’articolo 4, comma 1-septies, lettere a), b), ed e), e comma 1-novies del decreto-legge 10 settembre 2021 n. 121, recante “Disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali”, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2021 n. 156;
  • giudizio di legittimità costituzionale promosso dalla regione Friuli-Venezia Giulia avverso l’articolo 4, commi 1-septies, 1-octies e 1-novies del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121 recante “Disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali”, come introdotti dalla legge 9 novembre 2021, n.156.

*****

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha esaminato trentadue leggi regionali e ha deliberato di impugnare la legge della Regione Lombardia n. 23 del 16/12/2021,

“Seconda legge di revisione normativa ordinamentale 2021”, in quanto talune disposizioni in materia di paesaggio, ponendosi in contrasto con la normativa statale ed europea, violano gli articoli 3, 5, 117, primo comma e secondo comma, lett. p) ed s), e 118, primo e secondo comma, della Costituzione, nonché il principio di leale collaborazione.

Inoltre, il Consiglio dei Ministri ha deliberato di non impugnare:

la legge della Regione Friuli Venezia Giulia n. 22 del 10/12/2021 “Disposizioni in materia di politiche della famiglia, di promozione dell’autonomia dei giovani e delle pari opportunità”;

la legge della Regione Lombardia n. 22 del 14/12/2021 “Modifiche al Titolo I e al Titolo VII della legge regionale 30 dicembre 2009, n. 33 (Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità)”;

la legge della Regione Basilicata n. 58 del 13/12/2021 “Disposizioni in materia sanitaria”; la legge della Regione Basilicata n. 59 del 15/12/2021 “Collegato alla legge di stabilità regionale 2021”;

la legge della Regione Piemonte n. 32 del 15/12/2021 “Modifiche alla legge regionale 26 gennaio 2009, n. 2 (Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell’attività di volo in zone di montagna) e adeguamento al decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 40 (Attuazione dell’articolo 9 della legge 8 agosto 2019, n. 86, recante misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali)”;

la legge della Regione Piemonte n. 33 del 15/12/2021 “Disposizioni finanziarie e variazione del bilancio di previsione 2021-2023”;

la legge della Regione Puglia n. 49 del 16/12/2021 “Modifiche alla legge regionale 11 gennaio 1994, n. 3 (Norme per il funzionamento dei Gruppi consiliari)”;

la legge della Regione Sardegna n. 19 del 16/12/2021 “Riconoscimento di debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettere d) ed e), del decreto legislativo n. 118 del 2011 e autorizzazione di spese non rientranti tra i debiti fuori bilancio di cui all’articolo 73 del decreto legislativo n. 118 del 2011”;

la legge della Regione Calabria n. 32 del 15/12/2021 “Istituzione dell’ente di governance della sanità regionale calabrese denominato ‘azienda per il governo della sanità della regione Calabria azienda 0’”;

la legge della Regione Calabria n. 33 del 16/12/2021 “Razionalizzazione e miglioramento dell’offerta assistenziale nel territorio regionale”;

la legge della Regione Lazio n. 19 del 20/12/2021 “Disposizioni per l’adeguamento della normativa e del bilancio regionale al giudizio di parificazione del rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2020”;

la legge della Regione Veneto n. 34 del 15/12/2021 “Collegato alla legge di stabilità regionale 2022”;

la legge della Regione Veneto n. 35 del 17/12/2021 “Legge di stabilità regionale 2022”;

la legge della Regione Veneto n. 36 del 20/12/2021 “Bilancio di previsione 2022-2024”;

la legge della Regione Marche n. 35 del 13/12/2021 “Istituzione dell’Agenzia per il turismo e l’internazionalizzazione delle Marche (ATIM). Modifiche alle leggi regionali 11 luglio 2006, n. 9 e 30 ottobre 2008, n. 30”;

la legge della Regione Marche n. 36 del 14/12/2021 “Modifiche alla legge regionale 20 aprile 2015, n. 19 (Norme in materia di esercizio e controllo degli impianti termici degli edifici)”;

la legge della Regione Marche n. 37 del 14/12/2021 “Modifiche alla legge regionale 16 gennaio 1995, n. 10 (Norme sul riordinamento territoriale dei Comuni e delle Province nella Regione Marche)”;

la legge della Regione Abruzzo n. 24 del 15/12/2021 “Adeguamento dell’ordinamento regionale agli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea. Disposizioni per l’adeguamento della normativa regionale ai principi di libertà di stabilimento e di libera prestazione dei servizi, semplificazione e tutela della concorrenza, in materia di pacchetti turistici e servizi turistici collegati, nonché in materia di B&B Bed and breakfast. Disposizioni per l’adeguamento della normativa regionale alla Comunicazione della Commissione europea (2016/C 262/01) sulla nozione d’aiuto di Stato, in materia di concessione di agevolazioni fiscali (Legge europea regionale 2021)”;

la legge della Regione Abruzzo n. 25 del 15/12/2021 “Partecipazione della Regione Abruzzo all’Istituto Nazionale Tostiano”;

la legge della Regione Abruzzo n. 26 del 21/12/2021 “Tutela e valorizzazione del patrimonio linguistico regionale abruzzese”;

la legge della Regione Abruzzo n. 28 del 21/12/2021 “Contributo a sostegno dell’acquisto di dispositivi per contrastare l’alopecia secondaria e attività di supporto in favore dei pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia”;

la legge della Regione Abruzzo n. 29 del 21/12/2021 “Disposizioni relative al servizio regionale di controllo funzionale e taratura o regolazione delle irroratrici agricole”;

la legge della Regione Abruzzo n. 30 del 21/12/2021 “Disposizioni di protezione civile per il sostegno finanziario alle attività di prevenzione e monitoraggio delle zone a rischio incendi mediante sistemi aeromobili a pilotaggio remoto”;

la legge della Regione Abruzzo n. 31 del 21/12/2021 “Modifiche alla legge regionale 11 febbraio 1999, n. 6 (Norme in materia di tasse automobilistiche regionali) e ulteriori disposizioni”;

la legge della Regione Siciliana n. 32 del 18/12/2021 “Interpretazione autentica dell’articolo 20, comma 1, della legge regionale 13 settembre 1999, n. 20, così come modificato dall’articolo 15 della legge regionale 20 novembre 2008, n. 15”;

la legge della Regione Siciliana n. 33 del 18/12/2021 “Modifiche alla legge regionale 12 gennaio 2012, n. 8 in materia di Irsap. Disposizioni varie”;

la legge della Regione Calabria n. 34 del 23/12/2021 “Rendiconto generale e rendiconto consolidato relativi all’esercizio finanziario 2020”;

la legge della Regione Calabria n. 35 del 23/12/2021 “Adozione delle misure conseguenziali al giudizio di Parificazione del rendiconto generale per l’esercizio Finanziario 2020. Variazione al bilancio di previsione 2021-2023”;

la legge della Regione Piemonte n. 34 del 27/12/2021 “Modifiche all’articolo 24 della legge regionale 29 maggio 2020, n. 13 (Interventi di sostegno finanziario e di semplificazione per contrastare l’emergenza da Covid-19)”;

la legge della Regione Toscana n.51 del 24/12/2021 “Iniziative istituzionali del Consiglio regionale per la valorizzazione delle finalità statutarie. Modifiche alla l.r. 46/2015”;

la legge della Provincia autonoma di Bolzano n.15 del 23/12/2021 “Legge di stabilità provinciale per l’anno 2022”.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 14.00.

Conferenza stampa del Presidente Draghi con i Ministri Cartabia e Franco

Venerdì, 11 Febbraio 2022

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi, ha tenuto una conferenza stampa con i Ministri Marta Cartabia (Giustizia) e Daniele Franco (Economia e Finanze) al termine del Consiglio dei Ministri n. 60.

Introduzione Presidente Draghi

Buonasera a tutti. 
Una breve introduzione sui risultati e sulle deliberazioni del Consiglio dei ministri di oggi. I più importanti provvedimenti che sono stati presi riguardano in particolare la riforma al Consiglio Superiore della Magistratura e la procedura per la vendita di ITA. A questi si aggiunge l’approvazione di una legge delega per il riordino degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico. 
Per tutti questi provvedimenti devo ringraziare i ministri qui presenti, la ministra Cartabia, il ministro Franco e anche gli altri membri del Consiglio dei ministri, e il sottosegretario Garofoli per l’interazione che c’è stata tra il Ministro della Giustizia e la Presidenza del Consiglio. 
In merito al Csm, come la ministra Cartabia potrà confermare, è stata una discussione ricchissima e molto condivisa, per via anche dalle numerose interazioni che ci sono state con le forze politiche da parte della ministra Cartabia, principalmente, e anche da parte del sottosegretario Garofoli in questo periodo. 
La discussione è stata ricchissima e ha raggiunto alcuni obiettivi importanti. Prima di tutto la condivisione dell’impianto fondamentale della riforma; la delimitazione delle aree dove permangono delle differenze di vedute di opinioni; l’impegno, molto importante, ad adoperarsi con i capigruppo a dare priorità assoluta in Parlamento per l’approvazione della riforma in tempo utile per l’elezione del prossimo Consiglio superiore della magistratura. Un’altra caratteristica condivisa è stata la consapevolezza della necessità di un pieno coinvolgimento delle forze politiche, insieme al rispetto dei tempi. Quindi niente tentativi di porre la fiducia.

Ci vuole un accordo, ci vuole condivisione, è un provvedimento di portata tale che necessita di questa apertura, di questo rispetto del Parlamento. Infine c’è stato l’impegno corale, affermato da tutti i ministri, a sostenere con i loro partiti la riforma. 

Un’altra parola di introduzione è sull’economia.

L’anno scorso la crescita si è chiusa intorno a una cifra assolutamente superiore all’aspettativa, il 6,5%.

Quest’anno nel primo trimestre c’è un rallentamento, un po’ in tutta Europa. Finora le cifre per l’Italia sono meno marcate di quelle in altri Paesi europei.
La commissione prevede però alla fine dell’anno una crescita del 4,1%, che è superiore a quella prevista per Francia e Germania.

Ci sono però dei rischi, sostanzialmente dati dal prezzo dell’energia, dall’inflazione e dalle tensioni geopolitiche che possono nascere nei prossimi mesi, speriamo, o forse settimane o forse giorni. Noi abbiamo presenti queste tre categorie di rischi e il governo sta riflettendo su interventi in tutte queste aree.

L’importante è, l’ho detto tante volte e lo ripeto, mantenere la crescita che ci permette di affrontare l’elevato rapporto debito PIL che abbiamo, ci permette di affrontare con tranquillità e fiducia ai mercati.

Questa è la cosa più importante e su questo il governo è pienamente impegnato.

Un’ultima osservazione, che non c’entra col Consiglio dei ministri di oggi, voglio unirmi alla celebrazione della Giornata mondiale delle donne e delle ragazze nella scienza, per questo mercoledì visiterò insieme al professor Giorgio Parisi i Laboratori nazionali del Gran Sasso.

Per incontrare tante ricercatrici italiane e straniere che vi lavorano, ringraziarle per l’impegno la professionalità e l’esempio.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti