Le Cronache Lucane

UNA LEGGE PER SOSTENERE L’EDITORIA LOCALE

Via libera dalla Giunta lucana al Ddl per salvaguardare occupazione e settore. A presentarlo il presidente Bardi

Un sostegno all’editoria locale e al lavoro di professionisti, pubblicisti, tecnici e operatori che lavorano per garantire ai cittadini il diritto a essere informati. Arriva senza preavviso la legge regionale sull’editoria che è stata approvata nell’ultima seduta della Giunta regionale e intende dare una risposta alla crisi del settore dell’informazione, considerata l’importanza che esso riveste per il sistema democratico. A presentarla il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi e il capo ufficio stampa della Giunta Gianmario Mariniello, a poche ore dall’approvazione in Giunta.

La legge disciplina l’intero comparto: carta stampata, testate online, tv, radio e agenzie di stampa. Punta in particolare a rinforzare i processi di innovazione organizzativa e tecnologica necessari alle redazioni per aggiornare le strumentazioni, distribuire il prodotto editoriale e migliorare i processi lavorativi. Una legge composta di dieci articoli che Bardi definisce in via di approfondimento e aperta agli spunti che gli operatori del settore offriranno.I contributi previsti dalla legge sono finalizzati in particolare a chi realizza prodotti informativi e giornalistici originali. Trovano riscontro da fondi nazionali ed europei. L’accesso ai bandi, che saranno successivamente definiti ed emanati dal Consiglio regionale, sarà possibile per le imprese con giornalisti iscritti agli albi e assunti rispettando il contratto nazionale o comunque il principio dell’equo compenso, oltre a essere in regola con i contributi. Al momento si parla di 200mila euro per il 2022-2023 che il presidente Bardi rassicura sono solo un primo step

Tutto ruota intorno al concetto di “prodotto editoriale” che, secondo la nuova legge, deve puntare su modernizzazione e pluralità. Il tema della stabilizzazione, e possibilmente dell’ampliamento, è centrale. Un’attenzione particolare è rivolta anche alle prospettive per avviare nuove imprese di giovani giornalisti.

Maria Fedota

3492345480

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti