Le Cronache Lucane

AGRICOLTURA, NUOVI AIUTI AL BENESSERE ANIMALE

Lo comunica il Senatore Cillis (m5s) che chiede a Fanelli di programmare tali misure anche in Basilicata

Nella prossima programmazione della PAC, il comparto ovicaprino nazionale potrà beneficiare di un eco-schema per l’abbattimento delle soglie di impiego dei farmaci veterinari in modo da evitare l’antibiotico-resistenza. Si tratta di uno strumento che andrà ad aggiungersi a quello dell’impianto dell’aiuto accoppiato che riguarda gli interventi agro-climatico-ambientali che ogni Regione potrà attivare attraverso la misura del Piano di Sviluppo Rurale. La finalità di tali interventi è verso il miglioramento del benessere animale guardando alla sostenibilità e alla riduzione degli impatti ambientali. Gli allevatori di capi ovicaprini potranno avere anche maggiori risorse rispetto agli anni precedenti. A comunicarlo è il deputato Luciano Cillis del Movimento 5 stelle, componente della Commissione Agricoltura della Camera, che sottolinea l’attenzione del Ministro Patuanelli rispetto ad un comparto che interessa tutto il paese ma prevalentemente le aree del mezzogiorno. Gli allevatori per poter beneficiare della misura dovranno rispettare i target della propria regione sulla riduzione del farmaco e ciò sarà verificato tramite il sistema integrato ClassyFarm. L’ulteriore aiuto sarà pari a 50 euro per unità di bestiame adulto posseduta. Cillis si rivolge poi all’Assessore all’agricoltura della Regione Basilicata, Francesco Fanelli, auspicando che per la prossima programmazione si prevedano anche misure relative al benessere animale per gli ovicaprini anche in questa regione.

 

 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti