Le Cronache Lucane

ALL’APIBAS FONDI PER 6 MILIONI

Gli interventi interesseranno le aree industriali di Potenza, Picerno e Baragiano


La giunta regionale ha approvato una delibera con cui si trasferiscono ad Api-Bas i finanziamenti relativi a cinque interventi per una spesa di circa 6 milioni di euro con liquidazioni a carico della Regione per circa 2,4 milioni di euro. La proposta era stata avanzata dall’assessore alle Politiche di Sviluppo Francesco Cupparo che fa riferimento ad ApiBas come all’organismo successore del Consorzio Industriale di Potenza. Tra gli interventi che si dovranno attuare, la messa in sicurezza del raccordo ferroviario a servizio dell’area industriale di Potenza, la riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità del capoluogo, la sostituzione della condotta dell’impianto di derivazione Picerno e sollevamento intermedio Baragiano, l’adeguamento funzionale del ponte di attraversamento del Basento nell’area industriale di Potenza, la messa in sicurezza del raccordo ferroviario a servizio della Sider Potenza gruppo Pittini. La Giunta ha anche demandato a successivi atti l’assegnazione sempre ad Api-Bas di risorse finanziarie utili all’intervento nell’Area industriale di Baragiano con il completamento del raccordo ferroviario in attesa del completamento della variante funzionale autorizzata dalla Regione. Cupparo ha annunciato che dal Cipess che si occupa della gestione del Fondo per lo sviluppo e la coesione è stata approvata la seconda tranche del Piano Stralcio della Regione Basilicata a valere su risorse 2021-2027 pari complessivamente a circa 84,5 milioni di euro. Un risultato ottenuto con l’interlocuzione del Presidente Bardi con il Ministro per il Sud, Mara Carfagna. Con tali fondi si procederà allo scorrimento della graduatoria dei beneficiari dell’Avviso Pubblico “Sostegno alla ripresa delle Pmi e delle professioni lucane”, al Progetto Smart Lab Accademy nell’Hub San Rocco di Matera per l’istituzione di una Accademy per la formazione di figure professionali qualificate e per l’incubazione d imprese start up nei settori dell’industria culturale e creativa per 3 milioni di euro. Per l’Assessore Cupparo il Pnrr permetterà alla regione di promuovere le aree produttive regionali anche con azioni di marketing nazionale e internazionale per cui diventa indispensabile superare le carenze infrastrutturali delle nostre aree industriali.


Le Cronache Lucane