Le Cronache Lucane

LA FISMIC SUI LAVORATORI CUP

Capocasale chiede un incontro a Bardi

 

FISMIC-CONFSAL, CHIESTO UN INCONTRO URGENTE ALLA REGIONE BASILICATA PER LA STABILIZZAZIONE DEI LAVORATORI DEI CUP

 

Capocasale: ” Si tratta di un atto doveroso per lavoratori che assicurano, da circa vent’anni,servizi integrati del centro unico di prestazioni ambulatoriali e servizi di supporto amministrativo ai presidi ospedalieri e territoriali”.

 

In attesa di conoscere l’azienda privata che si è aggiudicata l’affidamento della gestione in outsorcing dei  servizi integrati del centro unico di prestazioni ambulatoriali e servizi di supporto amministrativo per le esigenze dell’ASP, dell’ASM, dell’AOR S. Carlo di Potenza e dell’IRCCS CROB di Rionero in Vulture, bando di gara, della durata di tre anni più due, che coinvolge più di cento lavoratori tra amministravi e autisti, la Fismic-Confsal Basilicata chiede un incontro urgente con la Regione Basilicata per sottoporre all’attenzione degli amministratori regionali la situazione di questi lavoratori.

Parliamo, in particolare, dei lavoratori dell’ex asl n° 1 di Venosa, che da quasi vent’anni – afferma il segretario della Fismic-Confsal Basilicata Pasquale Capocasale oltre ad aver maturato conoscenze e professionalità, assicurano e hanno assicurato anche in piena emergenza pandemica dovuta al Covid-19 la piena funzionalità dei presidi  sanitari ospedalieri e territoriali. Una professionalità che cozza con lo stato di precarietà e livello contrattuale che caratterizza, da due decenni, gli stessi lavoratori”.

 

Per questo la Fismic-Confsal Basilicata ha chiesto un incontro urgente con la Regione Basilicata per la convocazione di un tavolo di confronto, insieme con le altre organizzazioni sindacali, al fine di iniziare una discussione che porti, finalmente, alla stabilizzazione di questi lavoratori.

Le Cronache Lucane