Le Cronache Lucane

ASSEMBLEA NEGATA ALLA STAMPA

Per il sindacalista Cgil Summa “grave episodio l’aver chiuso la porta alla stampa”

“Quanto accaduto oggi per l’approvazione del bilancio all’assemblea di Acquedotto Lucano, che ha chiuso le porte alla stampa, è un atto di censura gravissimo, soprattutto considerato che si tratta di una società pubblica e non privata”. Lo afferma il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa. “Ormai il governo Bardi tra autoreferenzialità, lanci di slogan e ostruzionismo- dice a gran voce il sindacalista- sta distorcendo la realtà dei fatti per oscurare le effettive criticità, portando avanti una narrazione del governo del territorio che non trova corrispondenza”. In riferimento al grave episodio che ha visto Coinvolta la stampa, Summa dichiara che “quello che è accaduto oggi è l’ennesima dimostrazione. Altro che cambiamento, meritocrazia e trasparenza. Vorrei ricordare al presidente della Regione che il tempo è galantuomo e che le bugie hanno le gambe corte  e che prima o poi i nodi tornano sempre al pettine.  Di questo i lucani se ne ricorderanno”.

Le Cronache Lucane