Le Cronache Lucane

VACCINARE GLI STUDENTI NELLE SCUOLE

E’ la proposta di Polese che presenta una mozione in Consiglio Regionale. L’idea piace anche a Mattero Renzi

Vaccinare gli studenti all’interno delle scuole. E’ la proposta che arriva dal Vicepresidente del Consiglio regionale, Mario Polese di Italia Viva che chiede a gran voce di poter attuare la profilassi vaccinale direttamente nelle scuole per renderle maggiormente sicure. La richiesta è oggetto di una mozione presentata in consiglio regionale e che dovrebbe essere discussa nella prossima riunione. Polese auspica che arrivi l’approvazione dell’Assise tenendo conto dell’aumento esponenziale dei contagi da Covid-19 e della diffusione della variante Omicron che è molto contagiosa pur non essendo letale. Questo anche grazie al grande numero di vaccinazioni a cui sta rispondendo il popolo lucano. “Il dato dei ricoverati soprattutto in terapia intensiva- dichiara Polese- si mantiene basso per cui oggi uno dei punti principali da discutere è proprio quello relativo alla possibilità o meno di tenere le scuole aperte. Questo anche in considerazione del fatto che la Dad per i ragazzi è improduttiva dal punto di vista scolastico e culturale nonché nociva quanto alla mancanza di relazioni sociali”. Pertanto, la mozione presentata dal Vicepresidente del consiglio tende a fornire rassicurazioni sulla popolazione, individuando nuove forme d’azione per combattere la pandemia. “Per vaccinare maggiori numeri di studenti, si potrebbero utilizzare- dice Polese- le strutture scolastiche procedendo all’inoculazione del siero in orario scolastico, prevedendo anche la costituzione di un team medico sanitario”. La mozione impegna il presidente della Regione e la giunta a proporre al Governo nazionale l’autorizzazione e il finanziamento della vaccinazione all’interno degli istituti scolastici. Soddisfazione in Italia Viva per tale proposta di Polese tanto che è stata ritwittata dal leader del partito ed ex Presidente del consiglio Matteo Renzi.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti