Le Cronache Lucane

È SILENZIO STAMPA NAZIONALE❓

Commissione antimafia in missione a Reggio Calabria, nei territori in cui è nata la ‘ndrangheta

IL GRIDO DI DOLORE E ALLARME DEL PRESIDENTE NICOLA MORRA

Commissione antimafia in missione a Reggio Calabria, nei territori in cui è nata la ‘ndrangheta.

La ‘ndrangheta è riconosciuta come la prima mafia al mondo in termini di potenza criminale e finanziaria.

Controlla amministrazioni pubbliche, ha infiltrato aziende sanitarie, monopolizza il mercato della droga e della cocaina in particolare, fa eleggere sindaci e consiglieri regionali, ha rapporti organici con cosa nostra, rapporti antichi e inquietanti con uomini dei servizi segreti, con associazioni che fanno della segretezza il loro fattore di forza.

Trovate una riga sui giornali nazionali?

No, perché, giustamente, ci dobbiamo interessare di altro, del Viperetta o di Silvio che ha fatto anche cose buone…

Con la mafia, ci guadagna solo la mafia e ci rimettono tutto il territorio, tutta la comunità.

Vi siete mai chiesti cosa succede alle casse di un Comune infiltrato dalle mafie?

Una ricerca appena pubblicata su The Journal of Law, Economics & Organization, sui Comuni sciolti per mafia, dà qualche risposta: dove governano i mafiosi, la spesa pubblica per la raccolta dei rifiuti e per le opere edilizie è maggiore del 14% rispetto ai comuni non infiltrati.

Parallelamente si registra un crollo del 20% nella riscossione della tassa dei rifiuti rispetto al gettito atteso.

Il bilancio viene dunque modificato secondo le convenienze dei clan, danneggiando la comunità e portando molto spesso il comune al predissesto o addirittura al dissesto economico-finanziario.

Gli economisti Marco Di Cataldo dell’Università Ca’ Foscari Venezia e Nicola Mastrorocco del Trinity College di Dublino hanno notato un aumento di impegni di spesa per opere pubbliche di edilizia e gestione dei rifiuti, a discapito generalmente di servizi come trasporto pubblico e illuminazione pubblica, proprio per trasferire risorse nei settori ove le mafie fanno maggiori profitti: appalti per opere pubbliche e ciclo dei rifiuti.

Dunque, la si smetta di credere che votare il candidato vicino al clan porti qualche beneficio personale.

Con le mafie al potere, ci rimettono tutti. Tranne loro…
Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti