Le Cronache Lucane

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

“Purtroppo, la crisi sanitaria, che ancora ci costringe, ha compromesso in molti casi le occasioni di socialità delle persone con disabilità, rendendole più vulnerabili. Si sono prodotte situazioni di vero e proprio isolamento ed esclusione sociale di giovani e adulti i quali hanno sofferto particolarmente per le misure di contenimento della pandemia. Le istituzioni sono state chiamate a sostenere i nuclei familiari che convivono con la disabilità, gravati spesso da problemi economici e lavorativi, al fine di non lasciare nessuno da solo nell’affrontare un problema, quello della tutela della dignità umana, che è responsabilità di tutti.”

Dichiarazione del Presidente Mattarella in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità 

«Il percorso intrapreso in questi anni per la tutela dei diritti delle persone con disabilità, sulla base anche dei principi contenuti nella Convenzione delle Nazioni Unite in materia, ha consentito, con il prezioso aiuto delle famiglie, delle associazioni e delle strutture preposte, il raggiungimento di traguardi di autonomia importanti. Le persone con disabilità hanno potuto in questi anni migliorare la loro realizzazione nel lavoro, nell’arte, nella musica, nel teatro, nello sport e in ogni ambito della vita sociale. Abbattere ogni barriera, che limita ed esclude, contribuisce ogni giorno a sottolineare il valore positivo delle diversità.

Purtroppo, la crisi sanitaria, che ancora ci costringe, ha compromesso in molti casi le occasioni di socialità delle persone con disabilità, rendendole più vulnerabili. Si sono prodotte situazioni di vero e proprio isolamento ed esclusione sociale di giovani e adulti i quali hanno sofferto particolarmente per le misure di contenimento della pandemia. Le istituzioni sono state chiamate a sostenere i nuclei familiari che convivono con la disabilità, gravati spesso da problemi economici e lavorativi, al fine di non lasciare nessuno da solo nell’affrontare un problema, quello della tutela della dignità umana, che è responsabilità di tutti.

È con questo spirito che va affrontata la ripresa, come sfida per la costruzione di una società più inclusiva, in cui il problema della disabilità non risulti un carico per i singoli, ma sia oggetto di attenzione e di intervento da parte dell’intera collettività. Così come alleviare la preoccupazione delle famiglie per il “dopo di noi” deve trasformarsi in un impegno per tutti quanti rivestono ad ogni livello posizioni di responsabilità.

È necessario superare limiti e diffidenze per consentire alle persone con disabilità di vedere nel nostro Paese un esempio di altruismo e di appartenenza. La piena inclusione è il fine da perseguire con forza e determinazione, per porre le fondamenta di una società autenticamente democratica, aperta e senza ostacoli».

Roma, 03/12/2021

The President of the Republic Sergio Mattarella on the occasion of International Day of Persons with Disabilities has issued the following statement:

The President of the Republic Sergio Mattarella on the occasion of International Day of Persons with Disabilities has issued the following statement:

“The path taken, over these years, to ensure the rights of persons with disabilities, also on the basis of the related principles under the United Nations Convention, has allowed to attain, with the precious help of families, associations and designated structures, significant achievements of self-sufficiency. Persons with disabilities have had, over these years, the opportunity to improve and fulfil themselves in the field of work, art, music, theatre, sport and in each aspect of social life. Overcoming any limiting and excluding barrier daily contributes to underlying the positive value of diversity.

Unfortunately, the compelling health crisis has, in many cases, jeopardised the occasions of sociability of persons with disabilities, making them more vulnerable. There have been cases of actual isolation and social exclusion of young people and adults who particularly suffered from pandemic containment measures. Institutions have been called to support households coexisting with disability, often burdened by economic and working problems, in order to leave no one alone when dealing with an issue, the one of the protection of human dignity, which is everyone’s responsibility.

It is in this spirit that we have to face the recovery, as a challenge to build up a more inclusive society where the question of disability does not result in a workload for individuals but, on the contrary, is the subject of attention and intervention from the whole community. Just as much as easing concerns of families for the “after us” phase has to turn into a commitment for all those who have, at every level, positions of responsibility.

Overcoming limits and mistrust is fundamental, in order to allow persons with disabilities to see in our Country an example of selflessness and belonging. We have to attain, with strength and determination, the goal of full inclusiveness, to lay the foundation of a truly democratic, open and unhindered society.”

Roma, 03/12/2021

Le Cronache Lucane