Le Cronache Lucane

POTENZA-MELFI: PER SCAMPARE ALLE FIAMME DIVAMPATE NELL’AUTO, ABBANDONA IL VEICOLO MA VIENE INVESTITO MORTALMENTE

Il ragazzo è sceso dalla sua macchina a causa di un principio di incendio. Arrivati sul posto i Vigili del Fuoco hanno trovato il corpo poco distante dall’auto in fiamme


L’ennesimo incidente sulle strade lucane ha spezzato una giovane vita. Ieri mattina, infatti, è morto Roberto Vece, un 24enne residente a Carapelle nella provincia di Foggia perchè è stato investito da un autocarro sulla statale Bradanica, nel territorio di Melfi, dopo essere sceso dalla sua auto a causa di un principio di incendio. Le prime ricostruzioni evidenziano che i Vigili del fuoco sono stati chiamati dal ragazzo per spegnere l’incendio dell’auto: poi, giunti sul posto, sulla stessa carreggiata ma a diversi metri di distanza dalla vettura, hanno trovato il cadavere del giovane.

Secondo i Carabinieri, il giovane è sceso dall’auto che stava prendendo fuoco ma è stato urtato e ucciso da un autocarro. La strada è stata chiusa al traffico per permettere l’esecuzione di alcuni rilievi utili alle indagini e chiarire meglio la dinamica dell’incidente.

Tanti i messaggi di cordoglio da parte degli amici sul profilo social del ragazzo: «Eri un ragazzo d’oro», «Buon viaggio Robi, sempre con noi. Che brutto scherzo», «Un amico. Un fratello. Buon viaggio, cao Robé», «Ti porteremo sempre nel cuore caro Roberto, il figlio di tutti noi di Italia 90», «Il tuo sorriso illuminava il sole, tutto il paese piange la perdita di un bravo e dolce ragazzo», «Eri un ragazzo perbene. È un dolore fortissimo» sono alcuni messaggi che si possono leggere sulla pagina Facebook di Roberto Vece. Profondamente addolorati gli amici e i parenti e sotto choc tutta la cittadina di Carapelle che conosceva amava e stimava Roberto Vece.


 

Le Cronache Lucane