Le Cronache Lucane

GLI IPOCONDRIACI SALVATI DAI MEDICI DI BASE

Lettere lucane

Da ragazzo pensavo di fare il medico; poi, è prevalsa la passione letteraria. Tuttavia ancora oggi ho la tentazione assurda di iscrivermi a medicina, e di andare a fondo in una passione che, a ben pensarci, ha molto a che fare con la letteratura e la critica letteraria – indagare un testo non è forse come indagare un corpo? Purtroppo sono un ipocondriaco, e mi approccio al linguaggio del corpo in maniera allarmata – perché leggo ogni segno con sostanziale pessimismo. È questo, credo, il motivo per cui oggi non sono un medico. Io vivo a Roma da 25 anni, e dunque ho un medico di base qui a Roma. Ma quando ho un dubbio, una domanda, una paura, io chiamo da sempre il dottor Michele Ciasullo, che è una delle menti più lucide e affascinanti che conosca – vive a Flumeri, in provincia di Avellino. Stamattina l’ho chiamato per alcuni disturbi che ho a livello di cervicale e di stomaco, e lui, come sempre, mi ha consigliato per il meglio, facendomi capire il punto esatto dove mi trovo – il punto esatto emotivo, s’intende. E abbiamo parlato dell’importanza dell’alimentazione, perché mangiare male significa innescare reazioni a catena in ogni dimensione psicofisica. A un certo punto gli ho chiesto perché, pur essendo io un ipocondriaco, tema i medici e le diagnosi. “Per me avere un problema di salute equivale ad avere una colpa. Perché, Michele?” E lui: “Perché in fondo sei rimasto un contadino del Medioevo, e vivi ancora la malattia come colpa”. Ha ragione: per me una diagnosi negativa equivale a una sentenza morale. Questo innesca in me meccanismi di fuga che non mi permettono di affrontare laicamente eventuali problemi di salute. Una cosa è certa, però: io credo molto in quelli che un tempo si chiamavano medici di base. Non dico che tutti siano come Ciasullo, ma avere medici “vicini” che ti prendano per mano e ti facciano capire bene le cose è fondamentale.

diconsoli@lecronache.info

 

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com