Le Cronache Lucane

ARRESTATA LA BANDA DEL BUCO

In otto finiscono nella rete di Procura e Carabinieri per furti commessi in pieno Lockdown

La Procura della Repubblica del Tribunale di Potenza con i carabinieri di Melfi ha concluso un’indagine al termine della quale sono state eseguite 5 ordinanze di custodia cautelare e 3 domiciliari con controllo elettronico. Otto le persone arrestate e ritenute responsabili di furto aggravato consumato e tentato, in concorso. A finire in  carcere Ciro Albanese, Fabrizio e Antonio Calabrice, Tamzi Odishelidze, Maria Procaccini. Ai domiciliari sono finiti Alessandro Locampo, Michele Giardino e Michele Pio Augello. Sono tutti residenti in provincia di Foggia. Le attività di indagine avrebbero permesso di accertare che gli otto soggetti avrebbero commesso numerosi furti in gioiellerie e tabaccherie della zona del Vulture-Melfese e della vicina Puglia. Agivano in maniera precisa, con sopralluoghi precedenti all’azione delittuosa che solitamente avveniva nelle ore notturne e con la classica tecnica del ‘buco’. In pratica, entravano in un locale attiguo a quello da colpire e praticavano un foro nella parete che divideva i due locali. Una volta dentro, si impossessavano di gioielli ed altri preziosi. La loro attività malavitosa sarebbe proseguita anche durante le restrizioni imposte nel periodo del lockdown. Quattro sarebbero stati i furti commessi tra dicembre 2020  e febbraio 2021 a Melfi, Rionero, Minervino Murge e San Giovanni Rotondo. Il totale ammontante della merce trafugata ammonterebbe a oltre 47 mila euro.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com