Le Cronache Lucane

PEPE, IL LEGHISTA GAFFEUR

Tacco&Spillo

Non è che c’eravamo fatti molte illusioni, ma guardando la truppa celtica accasata e la bassa qualità politica del centrodestra ci pareva che Pasquale Pepe potesse mettere su qualcosa di buono e soprattutto non far pestare i piedi ai lucani dalla saccenza spregiudicata dei napoletani con cui il settantenne governatore Vito Bardi ha riempito la corte regionale e che solo gli accidenti fortunati della giustizia stanno finalmente facendo sloggiare. Invece il senatore di Tolve e dintorni s’è perso tra le inutilità, diventando anzi un formidabile gaffeur che non lascia facili speranze di guarigione a questa Lega d’impiastri ed incapaci. Ora lasciamo stare il suo tatticismo adolescenziale con cui pretende di affettare l’intelligenza dei suoi interlocutori, ma che dire delle sue gaffe colorate sull’antimafia, di cui pure sarebbe titolato per qualche parola importante vista la sua funzione istituzionale o del suo ultimo prurito morale contro il congresso del Pd, senza mai vedere l’animazione indigesta che c’è in casa leghista con velinari, malpancisti, inciuscisti, esodati, sabotatori, transfughi e dove proprio l’unica regola rispettata è il tabù congressuale. Pare risentire la voce di Totò: “Ogni tanto faccio una grossa gaffe, una gaffona…”.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com