Le Cronache Lucane

IL TRIONFALISMO FATUO DI BARDI

Tacco&Spillo

Non sappiamo se il settantenne Vito Bardi dall’alto dei suoi studi militari si sia mai imbattuto nella filosofia di Derrida, ma la sua abitudine a rendere trionfalistico anche il nulla sta diventando ormai un vero e proprio ordigno per la credibilità della Basilicata. Ora dinnanzi allo scempio improvvisato che da oltre due anni si sta consumando in Regione e che con tutte le probabilità del caso avrà le sue conseguenze ci saremo aspettati una salutare decostruzione dei toni trionfalistici almeno sulla rotazione dei dirigenti, visto che la montagna ha partorito il topolino ed invece la  propaganda anche questa volta non ha perso i suoi vizi. Eppure a dirla tutta non sappiamo quanta efficienza e legalità, tanto per riprendere le parole del governatore, si possa mai ritrovare nella commistione tra politica e gestione amministrativa, vietata dall’art. 97 della nostra Costituzione e su cui la Corte ha già espresso le sue valutazioni di merito, peraltro non sfuggite ai sindacati che hanno finalmente chiesto conto della nota del capo di gabinetto e d’ordine del Presidente con la quale sono state impartite perfino modalità attuative del PTFP. Ha scritto Voltaire: “Una volta che il trionfalismo ha incancrenito il cervello, la malattia è quasi incurabile”.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com