Le Cronache Lucane

A MURO INAUGURATO IL 13°ANNO UNITRE

Una lectio magistralis con la professoressa Del Puente e uno spettacolo d’ispirazione popolare con il “Gruppo 8”

Dopo il lungo periodo di stop forzato a causa della pandemia da Coronavirus, l’UniTre di Muro Lucano riapre le sue porte ai soci e ricomincia i corsi. Per l’inaugurazione del 13° Anno Accademico nel prestigioso ed affrescato Salone delle Feste della Società Operaia, è andata in scena la lectio magistralis “La ricchezza dei dialetti lucani” della Professoressa Patrizia Del Puente docente di Glottologia e Linguistica dell’Università di Basilicata, cui è seguito lo spettacolo “Li cunte, li canti e…lu cafone”, del Gruppo 8 di Rionero In Vulture con Lillino Covella, Enza Vierno ed Enzo Izzi.  Si tratta di “un viaggio disincantato all’interno della cultura contadina e della vita quotidiana di un immaginario “cafone” della Basilicata, attraverso monologhi, letture di proverbi, canti e musiche di ispirazione popolare, rievocando situazioni e vicissitudini ancora vive e presenti nella mente e nel cuore dei Lucani, e non solo. Un teatro raccontato sul filo della leggerezza, dell’autoironia e del divertimento”.

Ad introdurre la serata la Vicepresidente UniTre Milena Nigro, la quale ha porto i saluti del Presidente Cosimo Ponte. “Vogliamo ripresentarci con tanta voglia di fare dopo i mesi terribili che ci hanno costretti ad una brusca interruzione delle attività  con l’inaugurazione confermiamo che nonostante i momenti difficili UniTre non si è mai fermata, orgoglioso presidio di  cultura al servizio della propria comunità, organizzando anche eventi estivi e per il giorno 31 ottobre una gita in Calabria.

L’emergenza sanitaria è diventata crisi sociale, educativa, economica. La perdita del lavoro, l’isolamento, la mancanza di relazione interpersonale, l’inasprimento delle condizioni di difficoltà personale hanno provocato un danno profondo, da cui usciremo con un grande sforzo collettivo e un progetto coraggioso di futuro. Abbiamo cercato di andare avanti anche con i corsi online, che ci hanno permesso di stare insieme seppure a distanza. Tutti ci auguriamo di poter ripartire in serenità, pur con le necessarie cautele che adotteremo con scrupolo.

Vogliamo  rassicurarvi – incalza la Vicepresidente- che stiamo facendo di tutto per riallacciare il cordone che ci univa e che in questo ultimo periodo si è andato assottigliando e sfilacciando. La speranza è che i corsi dell’UniTre mantengano vivo e proficuo il desiderio di conoscere che deve accompagnare ogni fase della vita dell’uomo e, specie in questi tempi di cambiamenti veloci e vorticosi, stimolino il desiderio di conservare la voglia di capire e il coraggio di affrontare le nuove tematiche e le sollecitazioni che ci vengono proposte.  

L’Università delle tre Età è viva e non vede l’ora di ricominciare, le facciamo un augurio di lunga vita col desiderio che riprenda il vigore e la forza di sempre e l’occasione ci è gradita per porgere il nostro più cordiale saluto a tutti coloro che vorranno intraprendere con noi questo cammino, siano essi docenti o corsisti. Voglio salutare e ringraziare – ha concluso Nigro- i nostri graditi ospiti la prof.ssa Del Puente, nonché nostra docente, la quale ha vissuto brutti momenti dovuti alla chiusura del Centro: anche in questo noi dell’Unitre di Muro, insieme alle altre sedi di Basilicata abbiamo dato il nostro sostegno in questa battaglia, il prof. Covella, regista dello spettacolo, la prof.ssa Vierno, cantante murese, e il prof. Izzi, anche lui conosciuto a Muro per aver insegnato musica a bambini e ragazzi per molti anni nel nostro paese”.

Nel corso della serata sono stati consegnati i “Sigilli di Bronzo” ai soci iscritti da almeno 6 anni e alcune litografie in segno di gratitudine.

 

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com