Le Cronache Lucane

CAMPA SMENTISCE BENNARDI SULLA SCELTA DELLA COSTOSA “SUITE PRESTIGE”

Colpo di scena nella “rimborsopoli” del sindaco, Casino (FI) svela il risvolto: monta il caso del “caro” trasferta

La vicenda della presunta “rimborsopoli” che ha visto coinvolto il Sindaco Bennardi per la richiesta, l’ottenimento e poi la restituzione del 60% di un rimborso cospicuo se rapportato alla breve durata della sua trasferta istituzionale a Vicchio, sembrava ormai conclusa con la decisione maggioritaria del consiglio comunale di Matera di predisporre un “Codice Etico” ad hoc per evitare che tali episodi possano tornare a ripetersi. Ma, scopriamo oggi che la faccenda è tutt’altro che archiviata. Nicola Casino, infatti, capogruppo materano di Forza Italia nel consiglio comunale, dopo essere stato colui che ha fatto venire alla luce tutto l’episodio della “rimborsopoli” di Bennardi, richiedendo l’accesso agli atti relativi alla certificazione delle spese sostenute dal Sindaco a Vicchio, e dopo aver sollevato una mozione consiliare volta ad appurare dal Sindaco stesso le ragioni del suo operato, ha contattato Cronache Lucane per comunicare un ulteriore risvolto della vicenda. Ricordiamo che durante il consiglio comunale in cui si discusse la mozione sollevata da Casino e firmata da tutto il Centrodestra in cui il Sindaco venne “audito” sul rimborso, il primo cittadino, richiesto di spiegare le motivazioni per cui avesse scelto di soggiornare nella “suite prestige” di un costoso hotel di Vicchio, si era giustificato dicendo: «Il Sindaco di Vicchio ha individuato, per mera cortesia istituzionale la struttura alberghiera. Una struttura storica rappresentativa anche del proprio paese, dove alloggiare. E per questo motivo – aveva aggiunto Bennardi – non ho sindacato, non ho avuto nemmeno il tempo di farlo, sulla scelta dell’alloggio, né ho ricercato altre strutture alternative». Alla fine dei conti dunque Bennardi si era giustificato di: «Aver fatto affidamento su invito del collega di Vicchio».
Ma tramite Casino, abbiamo appreso che “Okmugello” un giornale online toscano, riprendendo l’argomento, ha scritto che: «Il Sindaco di Vicchio, Filippo Carlà Campa dice di aver solo inviato i nomi delle strutture senza parlare di prezzi e lasciando a lui (Bennardi) la scelta». In attesa ora che i due sindaci si chiariscano, i cittadini materani e vicchiesi sperano che questa vicenda non ponga fine al “gemellaggio” che lega la città dei Sassi con quella del Mugello.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com