Le Cronache Lucane

AMMINISTRATIVE: A SCANZANO IN 3 PER LA POLTRONA DI SINDACO

VERSO IL VOTO A contendersi la fascia: Ripoli, Durante e Altieri. A capeggiare la lista di quest’ultimo il consigliere regionale Cariello (Lega)

MATERA. Partita anche a Scanzano Jonico la corsa alla fascia tricolore, con un mese di ritardo rispetto agli altri 26 comuni lucani già andati al voto. Il centro materano è infatti tra i sette d’Italia, che sciolti per mafia, si apprestano ad eleggere i sindaci il prossimo 7 novembre. Sabato mattina a mezzogiorno sono scaduti i termini per la presentazione delle liste. Si torna al voto, dopo una fase di commissariamento, per i 7700 abitanti del Comune di Scanzano Jonico, e con l’auspicio che si avvi un percorso di rilancio e stabilità auspicato da più parti. Gli elettori di Scanzano Jonico saranno chiamati a scegliere tra liste civiche composte ciascuna da 12 consiglieri. Liste civiche che però in realtà ce l’hanno i partiti dietro. Perché ricordiamo che Scanzano Jonico e’ Comune sotto i 15mila abitanti e quindi si corre tutti con una unica lista, non potendosene presentate più di una a candidato sindaco.

DOPO L’IPOTESI BROGLI ELETTORALI E IL FALLIMENTO DI BLU TV, TORNA IN CAMPO CON LA LEGA ALTIERI
A contendersi il posto di sindaco c’è “Scanzano Rinasce” del chiacchierato Mario Altieri che guiderà un raggruppamento di centrodestra. Altieri ha più volte amministrato il Comune jonico: tra il 1991 e il 1993 e tra il 1997 e il 2006. La sua aurea e’ caduta in bassa fortuna dopo una inchiesta giudiziaria legata proprio a presunti brogli elettorali durante le elezioni regionali del 2005. Inchiesta chiusasi poi in una bolla di sapone, nonostante Altieri fosse stato arrestato dopo un breve periodo di latitanza. Altieri e’ stato poi protagonista di diverse iniziative imprenditoriali. Tra cui quella di Blu Tv che dopo poco la sua nascita ha chiuso i battenti per fallimento dichiarato dal competente Tribunale territoriale. Altieri nonostante tutto ha deciso di scendere e provare a riscattarsi con una lista di centro destra a trazione Lega, a capeggiarla e’, infatti, il consigliere regionale del Carroccio, Pasquale Cariello, già consigliere comunale di Scanzano J.

IN CAMPO ANCHE L’USCENTE PRIMA DELLO SCIOGLIMENTO PER MAFIA
È in pista anche l’ultimo sindaco di Scanzano J. prima del commissariamento dovuto allo scioglimento per infiltrazioni mafiose in Comune. Si tratta di Raffaello Ripoli a capo di una lista civica denominato ”Riscatto per Scanzano”. Ripoli si è abbattuto moltissimo, anche sul fronte giudiziario, per contestare la decisione dello scioglimento. Continuerà la sua battaglia per rivendicare la bontà del lavoro fatto con questa candidatura.

C’È IN PISTA ANCHE IL SEGRETARIO DEL PD
Ci prova a essere della partita, qualcuno dice anche con buone probabilità di vittoria, Rocco Durante a capo della lista civica di estrazione centro sinistra denominata “Siamo Scanzano”. La lista è a trazione Pd, infatti, Durante è il segretario del partito di Letta e aveva da tempo annunciato di voler scendere in campo provando, con lo schema nazionale, a giocarcela anche con l’appoggio dei Cinquestelle. Non e’ un caso, infatti, che il partito di Conte non abbia presentato una sua lista ed appoggerà Durante. Ricordiamo che essendo Scanzano J. un Comune sotto i 15.000 abitanti, vincerà la lista che prende anche un solo voto in più dell’altra. Non ci sarà quindi, come per alcuni altri Comuni al voto in questa mini-tornata, il ballottaggio il 21 novembre.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com