Le Cronache Lucane

LAGONEGRO, DALL’ANNUNCIO AI FATTI: SÌ ALL’INTITOLAZIONE A POSTIGLIONE

RADIO LIBERENel ricordo di “Istrione” l’area ludica in via Piano dei Lippi. E venerdì a Cittiglio (Va) inaugurerà la sua Piazza

A Lagonegro, la Giunta comunale ha subito trasformato in atto l’annuncio di pochi giorni fa della sindaca Maria Di Lascio in merito alla «cordialissima corrispondenza» intrattenuta col consigliere nazionale della Rea (Radio tv Europee Associate), Tonino Luppino, in merito all’intitolazione di un’area a Bonaventura Postiglione, «primo pioniere delle Radio Libere in Italia».
Effetto domino, pertanto, dall’approvazione all’unanimità in Consiglio regionale, la scorsa settimana, della mozione presentata dai consiglieri di Fratelli d’Italia, Giovanni Vizziello e Vincenzo Baldassarre, sull’intitolazione a Bonaventura Postiglione della sala stampa situata al piano terra del Palazzo della Giunta regionale della Basilicata.
La Giunta comunale di Lagonegro ha, dunque, già approvato la delibera per chiedere, al Prefetto, l’autorizzazione per l’intitolazione alle “Radio Libere 1976, nel ricordo di Nino Postiglione”, dell’area, adibita a parco giochi per bambini, in via Piano di Lippi. Come ricordato dalla sindaca Di Lascio e dagli assessori Katia Vaiano, Maria Palermo e Rito Olivo Benedetto, considerato che «le radio libere rivestirono un ruolo decisivo nella rivolta studentesca e nella lotta al-la mafia», e che «il periodo di libertà d’antenna, sancita dalla celebre sentenza della Corte Costituzionale del 28 luglio 1976, fece uscire dal-la clandestinità i pionieri dell’etere e fu un fenomeno che caratterizzò, dal punto di vista sociale, culturale e politico, i decenni a venire», come non accogliere l’istanza Rea che lo scorso maggio ha riconosciuto Bonaventura Postiglione «primo pioniere delle Radio libere in Italia» avendo fondato, nel 1973, con la moglie Palmina Tortorelli, Radio Potenza Centrale, «che ancora oggi trasmette essendo la più ascoltata in Basilicata e in altre regioni del Sud Italia».
Nel tratteggiare la biografia di Nino Postiglione, la Giunta comunale ha ricordato come, per esempio, già dalla fine degli anni Sessanta, per hobby e per passione, «si adattò a trasmettere in maniera più o meno regolare spostandosi, tra le colline di Potenza, da un posto all’altro, per non essere fermato dai Carabinieri». Dall’area Sud della Basilicata, al Nord Italia: accelerata anche a Cittiglio, in provincia di Varese, dove venerdì sarà inaugurata la piazza intitolata a Postiglione con il consuetudinario rito dello svelamento della targa.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com