Le Cronache Lucane

CARENZA INFERMIERI: STABILIZZARE I PRECARI

Lo chiede la Uil- FPL che invita il consiglio regionale del 21 settembre a procedere in questa direzione

Dopo gli annunci preoccupati sulla carenza del personale infermieristico, interviene la Uil Funzione Pubblica che già da tempo lamenta la carenza degli infermieri in tutte le strutture pubbliche lucane. Gli infermieri assicurano il buon andamento degli ospedali anche evitando eventuali atti impropri di altre figure, ma devono essere supportati da un organico numericamente e professionalmente efficiente e da dotazioni all’altezza di un’assistenza di qualità. Il tutto per evitare di peggiorare la situazione facendo diventare chi dovrebbe organizzare il servizio una sorta di capro espiatorio di errori altrui. In riferimento al concorso unico regionale, la Uil ricorda che sono giunte 5mila domande, ma sottolinea anche che alla fine della procedura concorsuale molti rifiuteranno l’assunzione perché avranno magari già trovato occupazione o perché molti di loro preferiscono restare fuori regione o andare via dalla Basilicata. I numeri delle disponibilità tenderanno ad abbassarsi ed a queste carenza andranno aggiunte anche quelle degli OSS indispensabili nelle Aziende Sanitarie, e dei tecnici di laboratorio che in pandemia sono utilizzati per il campionamento dei tamponi. Audita in quarta commissione regionale, la Uil FP ha chiesto di eliminare la prova pre-selettiva per gli operatori a tempo determinato che già lavorano nelle Aziende ed impegnati nella lotta al Covid e di procedere alla stabilizzazione per tutte quelle figure che hanno maturato i requisiti. Questa deve essere una grande battaglia per riappropriarci dei numeri giusti e delle professionalità che andranno messe al servizio della regione. Ci si auspica per tanto che nel consiglio regionale del 21 settembre arrivino segnali positivi dalla politica locale.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com