Le Cronache Lucane

STOP DELLE COMMISSIONI CONSILIARI A FINE SETTEMBRE, I SEGRETARI SI DIMETTONO: «STRAORDINARI NON PAGATI»

MATERA Crisi amministrativa. S’inceppa anche il meccanismo retributivo che lascia a “secco” alcuni dipendenti comunali. È caos

Dopo le dimissioni dell’assessore Tantone e l’irrisolvibile crisi di maggioranza, un’altra tegola si è abbattuta sull’amministrazione Bennardi, e questa volta, non si tratta di disattese questioni programmatiche, dell’ennesima pretesa dei “dissidenti” di maggioranza o di assalto alle “poltrone”, ma si tratta di un inceppamento nel sistema interno all’amministrazione stessa. I segretari delle commissioni consiliari, per l’esattezza sette su dieci, hanno infatti firmato e inviato una lettera al Sindaco e alle autorità competenti, annunciando le loro dimissioni a decorrere dal giorno 30 settembre prossimo. I segretari, dopo aver precisato di essere stati nominati subito dopo l’insediamento dell’amministrazione Bennardi, hanno poi così spiegato le ragioni delle loro dimissioni: «A fronte del compito assegnato e svolto fino ad oggi con la massima diligenza anche in orari al di fuori del lavoro ordinario, lamentiamo sostanzialmente il mancato indennizzo delle ore di straordinario». Un ulteriore problema connesso alle dimissioni collettive dei sette segretari consiliari, come viene sempre nella stessa lettera specificato, deriva dal fatto che: «Provenendo essi da settori diversi da quelli coincidenti con quelli della commissione di cui fanno parte, trovano difficoltà nell’individuare il responsabile che attesti il lavoro straordinario svolto». Insomma, non solo i segretari non vengono retribuiti da circa un anno, ma non si riuscirebbe ne-anche a capire a chi ciascuno di essi debba individualmente far riferimento per “reclamare” il riconoscimento delle proprie spettanze lavorative.
Del resto, affermano i sette segretari dimissionari, la loro situazione era già nota con l’avvio della “Consigliatura Bennardi”, ecco perché, concludono sempre i sette segretari: «In assenza di risposte fondate da atti amministrativi da parte dell’ Autorità Competente, annunciamo le nostre dimissioni dall’incarico di segretario di commissione consiliare a decorrere dal 30 settembre2021». La vicenda è ancor più grave se si considera, come molti addetti ai lavori ci hanno spiegato, che le commissioni consiliari svolgono un ruolo fondamentale nei lavori preliminari che precedono e seguono ogni consiglio comunale e ogni delibera di giunta e la loro paralisi inceppa l’intero meccanismo democratico e amministrativo.
Diverse anche le critiche espresse dai cittadini per l’ennesima vicenda di inefficienza burocratica e amministrativa; critiche alle quali, si è aggiunto l’intervento sulla vicenda del Consigliere Casino di Forza Italia che fa sapere: «È grave che dal 30 settembre non si potranno riunire le commissioni consiliari», e poi, circa la mancata retribuzione ai segretari consiliari, ha aggiunto: «Si buttano soldi nello staff più costoso di sempre, si buttano soldi nel turismo istituzionale, troviamo risorse per pagare i viaggi del Sindaco, ma non per pagare chi lavora».

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com