Le Cronache Lucane

LA SCUOLA AI TEMPI DELLA PANDEMIA

La Dirigente Scolastica dell’I.C. Sinisgalli fa il punto della situazione sulle regole di accesso a scuola

Il Covid fa ancora paura soprattutto negli ambienti scolastici dove la promiscuità è tangibile e il contagio potrebbe essere in agguato. La regola è sempre quella di indossare la mascherina in classe, mantenere dove possibile il distanziamento e igienizzare spesso le mani. Regole di buona sopravvivenza e di respingimento del virus che interessano anche le scuole dell’infanzia e le primarie dove i bimbi danno però dimostrazione di aver recepito le normi comportamentali per non ammalarsi. La maggior parte del personale docente e amministrativo delle nostre scuole si è sottoposto alla vaccinazione, che pur se non obbligatoria, viene imposta per poter continuare a lavorare. Fondamentale è avere quindi il Green Pass che permettere di accedere senza problemi alle strutture scolastiche che verranno supportate anche da una piattaforma digitale in grado di fornire un report quotidiano sulla validità del certificato verde. I dirigenti scolastici avranno modo di tutelare così alunni, insegnanti e personale non docente. Esenti dall’obbligo di presentazione del green pass gli
studenti ma non i loro genitori qualora dovessero recarsi a scuola per prelevare il figlio in orario scolastico ed a causa di qualche malanno o urgenza. A chi non ha il green pass è richiesto il tampone o sarà vietato l’accesso ai plessi. I bambini, a differenza degli adulti, hanno maggiore capacità di adattamento e sono certamente meno refrattari alle regole ed alle imposizioni, come assicura la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo Sinisgalli.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com