Le Cronache Lucane

PAREGGIO AMARO PER UN POTENZA CHE SI DIMOSTRA SUPERIORE AL BARI

Salvemini risponde a Scavone. Romero fallisce un penalty

Di Rocco Nigro

 

POTENZA –  Nella prima stagionale finisce con un pareggio dal sapore amaro per il Potenza che oltre a fallire un calcio di rigore con Romero nei primi 45’ di gioco è riuscita a pareggiare i conti in una gara strepitosa. Dove in campo praticamente si è vista una sola squadra giocare: i rossoblù di Mr.Gallo. Così come era stata  preparato la gara e così come aveva detto il tecnico bergamasco nel pre-partita. Ragazzi pronti ad andare su tutte le palle, non far giocare l’avversario e colpire al momento giusto. Per il Bari di Mr. Mignani, molte cose da rivedere per una squadra che ambisce al vertice della classifica. Giocatori molto statici e privi di idee. La gara inizia con i due allenatori scegliere sotto l’aspetto tattico un 3-4-1-2 con Coccia, Gigli e Cargnelutti sulla linea di difesa; centrocampo a quattro con due giovani sugli esterni, Vecchi e Nigro e sulla mediana scegli Zampa e Zenuni, Ricci lo passa tra le liee a ridosso dei due attaccanti Romero e Salvemini. Mr. Migliani ripropone la identica formazione vista in coppa Italia e persa dal Bari contro i cugini dell’Andria. Ma l’aspetto più emozionante della gara è vedere dopo oltre un anno il catino del “Viviani” pieno di pubblico con la curva fare la parte del “Leone”.  Al 4’ il primo brivido per il Potenza. Maita serve sulla destra Antenucci che di prima intenzione mette una palla in area potentina. Simeri non arriva per poco. Passano tre minuti ed arriva la risposta potentina con un tiro dal limite di Salvemini. Al 10’ Sabbione tocca nella propria area una palla con la mano. Lo stadio si infiamma vuole il penalty. Non è dello stesso avviso il direttore di gara. L’offensiva del Potenza continua senza soste, Gigli cerca Nigro sulla sinistra. Al  21’ la svolta della partita.  Zenuni  in area di rigore tira un forte tiro, la palla viene colpita con la mano da Di Cesare. E’ calcio di rigore. Della battuta si incarica Romero che dal dischetto sbaglia. Il rigore mancato non abbatte i ragazzi di Gallo che continuano a fare la gara. Con il Bari rintanato nella propria area di rigore e senza idee. Simeri e Antenucci in attacco restano praticamente disoccupati. Al 41’ quando meno te l’aspetti il Bari passa in vantaggio con Scavone lesto a sfruttare una triangolazione Simeri-Antenucci- Scavone.

 

SECONDO TEMPO: La ripresa si apre con le identiche formazioni dei primi 47’di gioco. Al 51’ sul filo del fuori gioco una palla finisce tra i piedi di Simeri che a tu per tu con Marcone manda la palla tra le mani del portiere rosso-blù. Passa soltanto un minuti e su un capovolgimento di fronte il pareggio accorcia le distanze con Salvemini pronto a sfruttare di testa un assist dalla destra del giovanissimo Vecchi. Frattali resta immobile. Al 61’ Mr. Mignani sostituisce Simeri per Cheddira. Ma è sempre il Potenza a macinare gioco. Al 65’ il portiere pugliese è costretto a deviare in calcio d’angolo un forte bolide di Zampa. Dieci minuti più tardi un assist di Zampa per la testa di Salvemini finisce tra le mani di Frattali. Al 74’ esce Antenucci per Botta. Prima sostituzione anche per Mr. Gallo richiama in panchina Romero per Mazzeo. Qualche minuto più tardi il tecnico potentino richiama in panchina Ricci e Salvemini per Sandri e Baclet. Nei  minuti di recupero c’è posto pure per Bruzzo al posto di Zenuni.

 

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com