Le Cronache Lucane

AMMINISTRAZIONE VERSO IL RIMPASTO DI GIUNTA: SI GUARDA AL PD, I VOLT PRONTI AL SACRIFICIO ESTREMO

Matera, il sindaco Domenico Bennardi dopo la fuga di Tosti e le dimissioni di Otranto va in cerca di alleanze

Chi si aspettava che la politica cittadina avrebbe vis-suto un’estate “infuocata”e animata da colpi di scena e capovolgimenti di schieramenti, sta rimanendo un po’ deluso, visto che gli unici fuochi sono purtroppo quelli degli incendi che quotidianamente minacciano la città. Se però in termini di nuove strategie e alleanze politiche, qualcosa sta accadendo, tutto cova ancora sotto la cenere, perché per ora sullo scenario politico-amministrativo materano tutto tace. O meglio, quasi tutto, visto che qualche esternazione in questi giorni c’è stata, come ad esempio le dichiarazioni di quello che, dopo esodi e cambiamenti di casacche, è rimasto del movimento “Volt”. Questi, autodefinendosi come “unica novità politica delle elezioni comunali di un anno fa”, hanno rivendicato il merito di: «Aver costruito e disegnato un’alleanza politica che altrimenti non ci sarebbe stata». Infatti i Volt ritengono che Psi e Verdi che oggi sono la componente più stabile in seno alla maggioranza, se non fosse stato per il loro intervento di mediazione, non si sarebbero mai ritrovati insieme. È anche bene tener presente che i “Volt”, seppur ridotti a un solo consigliere comunale, vantano ben due assessori: Corti alle opere pubbliche e Acito che è anche vicesindaco, all’innovazione. Ora è proprio questo duplice incarico non compensato da sufficiente rappresentatività in consiglio che fa pensare a un imminente rimpasto di giunta, senza trascurare che anche la posizione dei Cinque Stelle dopo l’abbandono della consigliera Tosti passata a Matera 3.0 e le dimissioni del portavoce del Sindaco, nonché Capo di gabinetto Otranto, non è più solida come prima. In luce di questo scenario, il rimpasto vedrebbe in pole position il PD che conduce un’opposizione moderata e “fiduciaria” e che nell’ultima vicenda delle troppe multe inferte ai ciclisti, ha preferito far esporre la segreteria cittadina di partito piuttosto che i consiglieri direttamente. Pronti comunque all’estremo sacrificio per la maggioranza, i Volt ribadiscono ad ogni costo di: “Credere nel progetto politico e, se non sarà snaturato, siamo pronti a sostenere il Sindaco Bennardi anche rinunciando a qualsiasi postazione”. Qualche audace cittadino e politico propenso al “toto-alleanze” sta anche azzardando un’ipotesi di accordo tra amministrazione e destra, rievocando al contrario una similitudine con l’amministrazione di destra di De Ruggieri che all’epoca ricorse alla stampella della “sinistra”, ma onesta-mente l’ipotesi sembra davvero improponibile, viste le recenti schermaglie a fuoco contro Bennardi da parte dei paladini dell’opposizione di destra Casino, Sassone, Toto e Morelli su bilancio, ambiente e verde pubblico. Più blanda la Lega con Lisurici, ma non certo incline a cambi di schieramento. Inamovibile coerenza da parte di Doria. Resterebbe teoricamente il prof. Schiuma di “Matera Futura” che in campagna elettorale in sede di ballottaggio sostenne Bennardi, ma Schiuma stesso ha più volte smentito ogni tipo di alleanze con la maggioranza e ha confermato la sua intenzione di proseguire con un’ opposizione costruttiva e illuminata.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti