Le Cronache Lucane

M5S: INCENDI A MATERA, NON CREDIAMO ALL’ AUTOCOMBUSTIONE

I roghi scoppiati sono spesso di natura colposa o peggio dolosa e criminale

Nelle ultime ore a Matera si sono verificati alcuni incendi, nei pressi del Parco del Castello, nelle vicinanze del Parco dei Quattro Evangelisti e uno in c.da Guirro in un’area abbastanza estesa e a tal proposito, volendo fare una breve statistica, possiamo affermare con certezza che la famosa “autocombustione” si presenta solo nell’1% dei casi.
I roghi scoppiati sono spesso di natura colposa o peggio dolosa e criminale, appiccati per fini speculativi, compresi quelli di poco valore, come la ripartenza del pascolo, per ripicche tra privati o semplicemente per il gusto di vedere bruciare la vegetazione.
Bruciare le aree verdi e parte di quel patrimonio paesaggistico e boschivo di cui Matera e le aree circostanti sono custodi non porterà nessuna ricchezza, ma solo perdite e desolazione sotto il profilo ambientale, paesaggistico ed economico. Per sconfiggere gli incendi serve una sinergia e un impegno da parte di tutti i diversi soggetti, che hanno un ruolo a livello nazionale e territoriale nell’antincendio boschivo. In primis servono da parte delle Regioni, che sono responsabili della prevenzione, più azioni e politiche mirate ed efficaci di prevenzione e contrasto del fenomeno, perché gli incendi si possono prevedere e possono essere evitati, più difficile è spegnerli. Quando si riesce, ormai sono andati persi ettari ed ettari di bosco, vegetazione e sono morti molti animali selvatici. Dal punto di vista degli strumenti normativi, può dare un importante contributo la legge 68/2015 che ha introdotto gli ecoreati nel codice penale. Infatti oltre al delitto di incendio doloso, nei casi più gravi, si può configurare per le conseguenze che hanno i grandi incendi boschivi il delitto di disastro ambientale, introdotto con la legge 68/2015 e che prevede fino a 15 anni di reclusione più le aggravanti. L’amministrazione non cederà di un passo su questi ultimi episodi criminosi e presenterà denuncia querela contro ignoti perché le forze dell’ordine possano presto far luce sugli episodi sopracitati e individuare i colpevoli. Matera non deve bruciare ma illuminarsi di storia e cultura!
Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com