Le Cronache Lucane

RUOTI, ATTO INTIMIDATORIO A GENTILESCA «BRAVATA IGNOBILE CHE VA CONDANNATA»

Dinanzi lo studio dell’assessore, un pacco “inspiegabile”: «Non tange la mia quotidianità professionale e amministrativa»

RUOTI. Un atto intimidatorio, o presunto tale, ai danni dell’assessore Franco Gentilesca di Ruoti: questo è quanto successo nei gio-ni scorsi. Un gesto che lo stesso Gentilesca, da noi contattato, non ha esitato a definire una «bravata ignobile che va condannata». Gentilesca, ci ha raccontato che «venerdì sera mentre passavo con la macchina davanti il mio studio sulla via Appia, notavo questo strano involucro dinanzi la porta dello studio. Ho allertato immediatamente i Carabinieri che sono venuti ed hanno effettuato tutte le operazioni di rito e avviato le indagini. Dopo un paio d’ore hanno portato via il pacco». Un pacco, pare completamente vuoto, che però non ha minato la presunta “intensità malevola” del gesto. Sul motivo dello stesso, Gentilesca ritiene che le «scelte importanti» fatte come amministratore potrebbero aver «leso qualcuno», sottolineando al contempo che, nel caso, «può evidenziarlo diversamente e non con gesti simili». L’assessore, comunque, non ha dubbi: «È una bravata ignobile che va condannata e che comunque non tange più di tanto la mia quotidianità . Continuerò a fare tutto ciò che faccio sia professionalmente sia amministrativamente». Sull’autore del gesto, Gentilesca chiarisce di non avere sospetti anche se, ci ha raccontato, negli anni passati, fu vittima di un altro gesto simile: «In passato, se la presero nuovamente con il mio studio, danneggiando la tabella dell’insegna dello Studio Legale». Ma sul recente “caso”, l’assessore ci conferma che «i Carabinieri di Ruoti sono costantemente al lavoro sulla questione ma al momento non ci sono ulteriori dettagli». Di lì, l’assessore ci ha parlato proprio del momento “topico” che come amministratore sta vivendo, forse il motivo, come ci ha spiegato, del gesto: «Proprio con l’amministrazione – ha specificato l’assessore – stiamo raccogliendo i frutti del lavoro di questi due anni di collaborazione con l’avvio di diversi lavori importanti della comunità e col completamento di altri, tra i quali troviamo lavori relativi alle strutture ludico sportive e sociali nonchè un intervento strutturale sulla messa in sicurezza del centro storico, la sistemazione è messa in sicurezza del cimitero. In aggiunta, anche l’avvio di importanti progettazioni per una immediata cantierizzazione relativa ad ampliamento pubblica illuminazione, ampliamento lampade votive al cimitero, sistemazione delle arterie stradali di proprietà dell’ente, completamento piano traffico con apposizione segnaletica stradale orizzontale e verticale, recupero fontanili pubblici, avvio dei lavori per la costruzione di un asilo nido, costruzione di una casa della saluta ed anche la realizzazione di un attrattore culturale da svilupparsi nel Paese ecc. Sono azioni che da amministratore portano a delle scelte anche importanti e se qualcuno si sente leso può evidenziarlo diversamente non con gesti simili» ha sottolineato l’assessore di Ruoti. Una situazione incresciosa e una «bravata ignobile che – come ci ha ripetuto l’assessore Gentilesca – va condannata» ha concluso Gentilesca.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com