Le Cronache Lucane

Facoltà medicina in Basilicata: “Altro passo importante”

Mario Polese di Italia Viva lo annuncia dopo la valutazione positiva dell’ Agenzia nazionale di valutazione del Sistema universitario

Potenza, 20 luglio 2020. “L’Agenzia nazionale di valutazione del Sistema universitario e della ricerca ha espresso valutazione positiva per l’accreditamento della facoltà di medicina presso l’Università degli Studi della Basilicata. E’ una notizia che va salutata con soddisfazione da tutti coloro amano la nostra città e la nostra regione”. Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Mario Polese di Italia Viva che aggiunge: “L’ulteriore passo odierno è il naturale percorso verso l’istituzione ufficiale del corso di laurea dopo che il 25 giugno scorso il Ministero dell’Università aveva indicato per decreto i fabbisogni e quindi il numero dei posti di medicina in tutta Italia tra cui sessanta per la Basilicata”. “Ora si tratta di mettere a sistema tutte le istituzioni locali per far in modo che si arrivi al risultato sperato prevedendo in maniera precisa la sostenibilità economica”, aggiunge Polese che continua: “Non c’è dubbio, in ogni caso, che l’istituzione di questo percorso accademico e professionale, che va a colmare un deficit storico, essendo la nostra regione l’unica sprovvista di tale corso di studi, arricchirà e qualificherà il sistema sanitario lucano che ha tutte le carte in regola per diventare sempre più forte”. “Quello che ci auguriamo è che, al netto dei naturali proclami di gioia, non vengano sottovalutate le complessità di tutta la questione considerato che i primi laureati arriveranno tra sei anni, e nel frattempo non va ridotta l’offerta formativa che anche faticosamente è stata portata avanti negli scorsi decenni. Senza contare che va ben ragionato tutto l’aspetto dei finanziamenti regionali per arricchire il futuro ma senza depotenziare l’esistente che invece deve essere puntellato. Altro aspetto importante è quello di chiarire tutti gli aspetti relativi alle carriere mediche e dirigenziali che necessariamente devono tener conto dell’equilibrio esistente senza penalizzare chi già si è speso per la Sanità lucana”, conclude il vicepresidente del Consiglio regionale Polese.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com