Le Cronache Lucane

CONSIGLIERA DI PARITÀ: È STATA RICONFERMATA IVANA PIPPONZI

Così come pronosticato da Cronache, è stato premiato il buon lavoro. Rossana Mignoli è la supplente

Ieri si è riunito il Consiglio regionale e tra gli altri argomenti trattati ci sono state anche le elezioni della consigliera di parità effettiva e della sua supplente. Come abbiamo già detto nei giorni scorsi, per il ruolo si erano candidate Ivana Pipponzi, consigliera di parità uscente e anche la persona per esperienza più idonea a ricoprire nuovamente il ruolo, Rossana Mignoli e Rosita Gerardi che poi è stata esclusa perchè non aveva presentato tutta la documentazione richiesta per poter proporre la sua candidatura. Alla carica di consigliera di parità, dunque, concorrevano in due. Come avevamo pronosticato noi di Cronache, il consiglio regionale ha votato Ivana Pipponzi come consigliera di parità effettiva con  13 voti favorevoli e 3 schede bianche e Rossana Mignoli come supplente con 10 voti favorevoli e 6 schede bianche. Le nomine dovranno essere poi ratificate dal Ministero del Lavoro. Ivana Enrica Pipponzi già consigliera regionale di parità effettiva durante la passata Legislatura, è laureata in giurisprudenza, presso l’università Federico II di Napoli, e svolge la professione di avvocato. Pipponzi è stata componente della Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Basilicata. Rossana Mignoli,  invece, è laureata in Giurisprudenza, presso l’università degli Studi di Pisa, ha prestato assistenza in procedimenti giudiziari in materia di diritto del lavoro, con esperienza nel campo delle pari opportunità. Svolge la professione di avvocato. Durante il consiglio regionale si sarebbe dovuto affrontare anche il capitolo garante dei diritti della persona, ma il capogruppo della Lega Aliandro ha chiesto di rinviare la discussione al prossimo consiglio regionale. L’opposizione ha contestato, quindi alla maggioranza che non sarà un nomina condivisa come invece sarebbe do-vuto accadere. I consiglieri di opposizione hanno poi chiesto maggiori chiarimenti anche sui candidati. Ricordiamo che già durante la riunione della Prima Commissione Consiliare Permanente, avvenuta lunedì scorso, le opposizioni non avevano partecipato al voto per licenziare con parere favorevole la lista dei candidati che avevano presentato domanda e avevano chiesto più tempo per analizzare meglio le proposte.

Le Cronache Lucane