Le Cronache Lucane

POTENZA, UN “FIUME” DAL MURO DI CONTENIMENTO DI VIA BONAVENTURA

Centro storico, da giorni segnalata una considerevole fuoriuscita d’acqua ma interventi zero. L’area è a rischio frana?

POTENZA. Potenza: il centro storico del capoluogo, tra tantissimi bassi e ben pochi alti, è con una certa regolarità al centro delle cronache cittadine. Se solitamente, a farle da padrone, ci pensano le classiche “violenze” del sabato sera, tra rifiuti, bottiglie spaccate e risse sfiorate, la segnalazione che ci è giunta dalla città riguarda, in teoria, un problema potenzialmente più pericoloso. Infatti, da diversi giorni, in via Beato Bonaventura, precisamente all’altezza del civico 33, è comparsa una vistosa perdita d’acqua che, com’è possibile notare dalle immagini, si presenta in modo piuttosto consistente e, a sentire le testimonianze dei cittadini, dalla intensità piuttosto regolare. Ebbene, nonostante la questione, secondo quanto segnalatoci, si sia presentata da circa 10 giorni e, al contempo, nonostante diverse segnalazioni che sarebbero state presentate alle autorità preposte dai cittadini, la situazione permane in uno stato di preoccupante stasi. Una stasi che, in realtà, è “corrente”: infatti, come detto, il volume d’acqua che fuoriesce dal muro di contenimento è vistosa e continua e, teoricamente, da l’idea che il “tunnel” che essa ha scavato si piuttosto in profondità all’interno della struttura che si rivela, sulla carta, critica per la conservazione e il mantenimento dell’equilibrio statico dell’area. Senza contare che, effettivamente, l’area alla base del condominio presenta costantemente una pavimentazione bagnata e varie “micro cascate” che emergono in zone piuttosto vicine al “canale” principale. Insomma, una situazione che dà più che qualche preoccupazione ai cittadini della zona. Ed è per questo che, gli stessi ci hanno segnalato la citata (e potenzialmente pericolo-sa) stasi, temendo un ipotetico e potenziale effetto domino (che, almeno in teoria, potrebbe sfociare anche in un pericolo frana, in un modo non troppo dissimile da quanto occorse l’anno scorso in via Garibaldi, quando si aprì una voragine nel terreno che causò lo sprofondamento di una pensilina, fortunatamente vuota). E l’epilogo da incubo che i tanti cittadini dell’area temono, è quello legato ad una potenziale erosione dell’acqua, talmente in profondità da provocare smottamenti o “muovere” l’alto muraglione di contenimento. Ma, proprio sul muraglione, la segnalazione ricevuta ci avverte di un altro piccolo dettaglio: la struttura, che da decenni avrebbe problemi di regimentazione delle acque, sarebbe anche al centro di una controversia legale tra il condominio di via Bonaventura e il Comune di Potenza. Dunque una situazione incresciosa che, almeno sulla carta, avrebbe visto una accelerata proprio verso quella prospettiva da incubo che, tanti cittadini, temono possa succedere. Naturalmente, ci si augura che le autorità intervengano celermente, per appurare eventuali pericoli e, letteralmente, chiudere la falla che preoccupa da diverso tempo i cittadini del condominio.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com