Le Cronache Lucane

MURO, SOSPESI I VACCINI PER I 50ENNI

Setaro: “Rammaricati di riconsegnare le dosi all’Asl e diventare vittima del sistema sanitario-burocratico lucano”

Dopo che le prime fasi vaccinali a Muro Lucano si erano svolte senza problemi, il Sindaco Giovanni Setaro si trova a dover comunicare ai suoi cittadini che le attività vaccinali anti-Covid previste per la giornata del 23 maggio prossimo, relativamente la fascia di età 50 – 59 anni presso la struttura ospedaliera di San Biagio sono state momentaneamente sospese su comunicazione improvvisa dell’ASP“.

È doveroso specificare che “al momento non si comprendono le motivazioni di tale richiesta, che il nostro comune era già in possesso delle dosi del vaccino e che la macchina organizzativa era già pronta ed operativa per concludere al più presto la fascia citata e passare a quella dei 40enni. Lo stesso discorso vale per gli ultra 80enni che per svariati motivi non hanno potuto sottoporsi a vaccinazione durante la prima tornata e restano per l’ennesima volta esclusi dalle attività sanitarie, nonostante i numerosi solleciti da parte dell’Amministrazione e degli stessi medici di base che tra l’altro si sono resi disponibili anche per le somministrazioni a domicilio.

Pur comprendendo la grande difficoltà di organizzazione a livello regionale, siamo rammaricati di dover rallentare le attività messe in campo, riconsegnare le dosi all’Azienda Sanitaria e diventare quindi, vittima dello stesso sistema sanitario-burocratico lucano.

Il ”modello Muro Lucano” -conclude Setaro- ad oggi, è stato una macchina impeccabile, che certamente rimetteremo in moto nei prossimi giorni, con la volontà di offrire il massimo dei servizi alla nostra comunità presso la struttura ospedaliera di San Biagio che, prima o poi, dovrà diventare il punto di riferimento sanitario dell’intera area del Marmo-Platano“.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti