Le Cronache Lucane

IL VAFFA DI LEONE, IL FAR FINTA DI NIENTE DI BARDI

Tacco&Spillo

In un’altra regione e con un altro governatore la famigerata formula pandemica del “paziente uno che se ne sta tranquillamente a casa a mangiare la pastasciutta con la mamma”, coniata con sprovveduta disinvoltura dall’assessore regionale alla sanità, Rocco Leone sarebbe stata più che sufficiente per dimissioni obbligate ed urgenti, ma si sa che la Basilicata in gestione centrodestra è divenuta ormai un esercizio napoletano di chiacchiere in cui le questioni, soprattutto quelle scomode, finiscono nel dimenticatoio delle convenienze. Ora dopo tanta fumosa inconcludenza ed un video a ridosso della visita del commissario all’emergenza Covid-19 in cui biascica l’invocazione salvifica a “u’president”, cioè a Vito Bardi, quello che con un infelice ossimoro faustiano definisce “giovane di 70 anni”, l’assessore Rocco Leone si da al grillismo capovolto con un vaffa, rumoroso ed ipocondriaco contro la Presidente di Cittadinanzattiva e del Tribunale del malato, Maria Antonietta Tarsia. Eppure il turpiloquio del potere non sembra affatto scuotere Vito Bardi, esperto settantenne dell’arte del far finta di niente. Ha scritto Slawka G. Scarso: “Guardare altrove come se niente fosse stato detto”.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com