Le Cronache Lucane

CILLIS, “TOUR SULLA MALRIDOTTA VIABILITÀ”

Il Capogruppo di maggioranza: «scarso impegno della Provincia sui problemi di viabilità dell’Alto Bradano, in particolare di Acerenza»


«Le strade provinciali che conducono ad Acerenza sono in condizioni pietose» asserisce senza mezzi termini Giuseppe Cillis, Capogruppo di maggioranza. «Negli ultimi anni denunciamo uno scarso impegno della Provincia di Potenza sui problemi della viabilità dell’Alto Bradano ed in particolare di quelle che conducono ad Acerenza. Si fa un gran parlare della sicurezza di cittadini e automobilisti, così come del turismo e della necessità di ripartire, ma per una viabilità provinciale adeguata a quegli obiettivi servono programmazione e azioni concrete, manutenzione ordinaria e straordinaria».

Quello della viabilità è un tema comune a tanti paesi, e Cillis prosegue: «Più volte l’amministrazione comunale di Acerenza ha segnalato attraverso il suo Ufficio tecnico lo stato di abbandono e la scarsissima manutenzione straordinaria (rimozione frane, segnaletica, pulizia delle cunette) e ordinaria (copertura buche, sfalcio erba sui bordi) sui tratti di strada provinciale che conducono al centro abitato e che costringono, gli automobilisti a vere e proprie shicane con gravi problemi di sicurezza stradale».  

Nel dettaglio, il Capogruppo di Acerenza Progetto Comune, spiega: «In particolare il tratto della strada provinciale che collega Acerenza agli altri paesi dell’Alto Bradano oltre che alla SS 96 direzione Puglia, presenta più di un pericolo per gli automobilisti, tra buche, manto stradale logorato e segnaletica deficitaria. Stessa situazione anche per la provinciale che collega Acerenza a Forenza e al Vulture Melfese, altra strada con un intenso volume di traffico, soprattutto nel periodo estivo, per la presenza di diverse aziende agricole e casearie. L’assenza di interventi nel corso degli ultimi anni, il maltempo e i lunghi inverni, le forti nevicate degli ultimi anni, con l’intervento dei mezzi sgombraneve, hanno ulteriormente aggravato lo stato già completamente compromesso delle asfaltature e del fondo. Il degrado sulle strade provinciali del territorio circostante ad Acerenza, è ormai così avanzato che un’eventuale attività di asfaltatura a pezze a caldo, o peggio a freddo, come di norma effettuate fino al 2019, non potrebbe risolvere tale situazione».

«L’amministrazione comunale -scrive Cillis- auspica che vengano reperite le risorse necessarie per un piano straordinario di manutenzione, da realizzarsi al più presto e comunque prima della imminente stagione estiva, al fine di garantire le condizioni di sicurezza per il traffico pedonale e veicolare. La situazione è particolarmente attenzionata in questi giorni perché sono in corso i lavori per la messa in sicurezza della strada comunale Sferrracavallo, importante arteria di accesso al paese, tra cui quelli relativi al consolidamento di un intero versante interessato da smottamenti e che a partire dal giorno 03 Maggio e sino al completamento dei lavori, presumibilmente circa 20 giorni, la predetta strada rimarrà chiusa al transito veicolare. La chiusura della strada Sferracavallo, per la quale il comune di Acerenza, ha ricevuto dalla Regione Basilicata per il tramite dell’area interna Alto Bradano, un cospicuo finanziamento per la messa in sicurezza e la riqualificazione dell’arteria, a partire dal 03 Maggio prossimo costringerà gli automobilisti, oltre che gli spedizionieri e i mezzi pesanti, a percorrere tratti di strade provinciali su cui l’ente non ha programmato interventi oramai da diversi anni con forti disagi e con probabili problemi di sicurezza stradale».

Difficoltà per i cittadini acheruntini «che si spostano quotidianamente per lavoro e i tanti turisti che nelle prossime settimane, pandemia permettendo, raggiungeranno Acerenza hanno diritto a utilizzare strade sicure e quindi, chiediamo che si proceda, dove è necessario alla bitumazione dei tratti di manto stradale ormai consunti, si ponga mano alla pulizia degli argini, si mettano in sicurezza almeno i tratti dissestati. Se sarà necessario, conclude Giuseppe Cillis, mi offro volontario per fare da guida al Presidente della Provincia o al suo ufficio tecnico/viabilità, in un tour sulla malridotta viabilità acheruntina. L’importante è farlo presto».

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com