Le Cronache Lucane

ALTRO CHE MODELLO LUCANO! SANITA’ RIDOTTA MALISSIMO

Tacco&Spillo

Dopo lo studio dell’AGENAS e della Scuola Superiore Sant’Anna è merito dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari della Cattolica segnalare il livello disastroso in cui sono precipitate le prestazioni della sanità lucana. Ora nel 2020 la Basilicata ha evidenziato la peggiore perfomance d’Italia con un calo di -67% sulle visite di controllo ed ovunque una caduta verticale delle attività ordinarie con un conseguente e drammatico incremento delle liste d’attesa. Sono dati che dovrebbero far arrossire quantomeno d’imbarazzo oltre che far trepidare la variegata truppa manageriale della sanità in una danza affilata di dimissioni anziché lasciare posto e merito alla propaganda celebrativa, sempre più colpevole di aggravare le questioni. Eppure tutto questo pare normale anche se Esposito direttore generale della sanità regionale fa l’andirivieni da Napoli e Spera manager dell’AOR San Carlo esalta abbattimenti di liste d’attesa del tutto sconosciuti a più ed in aperta distonia con il carico di lamentele e critiche che pur i cittadini qualificano nel loro diritto costituzionale di avere cure. Ha scritto Arthur Schopenhauer: “La salute non è tutto, ma senza salute tutto è niente”.

 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti