Le Cronache Lucane

SCUOLA, A PICERNO E VIETRI “DE-ACTIVATE”

Vasti: «Restituito il “senso dell’umano” a pagine di storia spesso lette e trattate con superficialità»


Gli Istituti Comprensivi di Picerno e Vietri hanno aderito al Progetto dell’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra “de-activate” volto a diffondere fra i giovani i valori della cultura della pace e la consapevolezza del pericolo degli ordigni bellici inesplosi.

Il Dirigente Vincenzo Vasti commenta così l’iniziativa: «È stata un’esperienza altamente formativa. Alberto Parisio, collegato da Ferrara, ci ha illustrato le finalità che si prefigge l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra e le varie iniziative che promuove nelle scuole italiane, grazie al patrocinio del Ministero del Lavoro. Giovanni Lafirenze, ex sminatore e collaboratore del Ministero della Difesa, ha riportato un excursus sulle varie missioni svolte in giro per l’Italia a decontaminare boschi, fondali marini, centri abitati da mine e ordigni rimasti inesplosi dopo i due conflitti mondiali (se ne trovano ancora circa 60.000 ogni anno). Santa Vetturi, da Bari, ha completato il percorso con una coinvolgente pagina dedicata alla costruzione della pace, nelle sue accezioni “passiva, positiva e attiva”, soffermandosi sulle prerogative dell’Unione Europea e sulle figure di spicco che, in tutto il mondo, hanno dato un contributo significativo alla promozione della pace sociale intesa come fine da raggiungere attraverso la conquista dei diritti civili.
Particolarmente toccanti – conclude Vasti- le testimonianze del Presidente Rocco Galante e del Vice-Presidente Giuseppe Carluccio della sezione lucana dell’Associazione, che hanno raccontato la loro esperienza traumatica con le mine, esperienza che ha portato a conseguenze devastanti sul loro corpo e nella loro vita.  Il dolore e la commozione generata hanno restituito il “senso dell’umano” a pagine di storia spesso lette e trattate con troppa superficialità».

Il progetto, si pone l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi alla salvaguardia della vita e della salute, anche attraverso la conoscenza delle norme di comportamento e della pericolosità degli ordigni inesplosi che di tanto in tanto vengono rinvenuti su tutto il territorio.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com