Le Cronache Lucane

ACERENZA: PROBLEMA GAS RADON A SCUOLA

«Pronti e uniti ad attivare le procedure necessarie: la salute di popolazione scolastica e cittadini è priorità»


Si accende un riflettore sulla questione “Radon” al plesso scolastico Monsignor Cavalla di Acerenza. Non perde tempo il Sindaco Fernando Scattone che asserisce: «La salute, soprattutto dei più piccoli è bene primario. A conclusione dell’incontro che ha visto la partecipazione dei consiglieri comunali di maggioranza e minoranza, si è concordato di consultare esperti della materia per porre in essere tutte le azioni necessarie per eliminare la problematica nel plesso scolastico».

Un tema forse ancora poco conosciuto quello dei rischi legati al gas radon: una indagine dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente nel 2019 coprì «i 131 comuni della Basilicata, interessando 268 edifici scolastici e 32 luoghi di lavoro, per un totale di 300 strutture. In ogni comune sono state generalmente esaminate almeno il 50% delle scuole esistenti, dando priorità alle scuole dell’obbligo e dell’infanzia». Il 1° agosto 2019, sul BURB è stata pubblicata l’Approvazione del documento avente ad oggetto: “Radon: Linee Guida regionali per risanamento e prevenzione”, il cui obiettivo è quello di rappresentare uno strumento operativo per Amministrazioni Pubbliche, Progettisti, Costruttori di edifici, tutti i soggetti interessati, e fornire le indicazioni e i suggerimenti utili per ridurre l’esposizione al radon, gas inerte e radioattivo di origine naturale, inodore, incolore e insapore, pertanto non percepibile dai nostri sensi.

Oggi però Scattone sottolinea: «In data 15 aprile 2021 Arpa Basilicata ci ha comunicato l’esito delle attività di monitoraggio radon negli ambienti scolastici della scuola dell’infanzia e della primaria. Al momento non si riscontrano problematiche nel primo istituito mentre le rilevazioni nel plesso Monsignor Cavalla evidenziano delle criticità nel piano terra.  Le attività di monitoraggio, sono state effettuate per 12 mesi consecutivi, nel periodo compreso tra Dicembre 2019 e Dicembre 2020 dopo l’esecuzione dei lavori di efficientamento energetico.  Nei prossimi giorni -conclude il Sindacoinsieme al dirigente scolastico, Eugenia Tedesco e con l’ausilio di tecnici esperti in materia saranno effettuati test di verifica degli ambienti e valutate tutte le indicazioni tecniche per la risoluzione del problema. Sarà nostra cura informare le famiglie».

Sul tema anche la Consigliera delegata alla scuola, Maddalena Elena Monaco, congiuntamente a Giuseppe Cillis, capogruppo di maggioranza, Luca Lombardi, capogruppo di minoranza e Saverio Cancellara, Consigliere delegato di minoranza dichiara: «A fronte dell’esito della misurazione e consapevoli delle preoccupazioni suscitate, vogliamo rassicurare le famiglie che stiamo lavorando tutti insieme per risolvere la situazione.  Siamo pronti ed uniti per attivare tutte le procedure necessarie, la salute della popolazione scolastica e di tutti i cittadini è una priorità ed è nostro intento far sì che la situazione sia costantemente monitorata».

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com