Le Cronache Lucane

VACCINAZIONE OBBLIGATORIA PER TUTTI CONTRO COVID19 IN TEMPI BREVI

Campagna vaccinale anti Covid-19

EMERGENZA SANITARIA CORONAVIRUS 

CAMPAGNA VACCINAZIONE 

Il generale VITO BARDI (o chi per lui) tramite Facebook comunica ufficialmente:

“Alle ore 14:00 parte la prenotazione del vaccino: ecco il sito >>>

https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/

🔺Oggi la piattaforma Poste è aperta solo per le categorie più fragili: se il codice fiscale e il numero di tessera sanitaria non consentono di accedere alla prenotazione, ma avete una patologia di cui alle tabelle 1 e 2 del “Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2”, potete chiamare il numero verde 800.00.99.66.
🔺Dovrete comunicare i vostri dati, che saranno subito trasmessi alle Aziende sanitarie di Potenza e Matera, che dopo una veloce verifica aggiungeranno i dati mancanti in piattaforma Poste e sarà così possibile prenotare.
🔹È un nuovo inizio per la Basilicata.
🔹È un vostro diritto, è un nostro dovere. “


#Vaccino #Covid19: aggiornamento delle categorie di persone da vaccinare

Il decreto 12 marzo 2021 adotta, ai sensi dell’art. 1, comma 457 della legge di bilancio 2021 (legge n. 178 del 2020), il Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2.

Il Piano è costituito dal documento «Elementi di preparazione della strategia vaccinale», di cui al decreto del Ministro della salute 2 gennaio 2021, nonché dal documento «Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19» del 10 marzo 2021. Il Piano può essere aggiornato in ragione di nuove evidenze scientifiche, di modifiche nelle dinamiche epidemiche o di elementi sopravvenuti rilevanti per la strategia di contrasto all’epidemia da SARS-CoV-2.

Le Raccomandazioni sui gruppi target prendono atto che si è reso necessario aggiornare con indicazioni ad interim le categorie target prioritarie e le fasi della campagna vaccinale a seguito di tre diverse evidenze:

–  disponibilità di tre vaccini autorizzati per l’immissione in commercio sia da EMA che da AIFA (Pfizer-BioNTech,  Moderna  e  AstraZeneca), ai quali si aggiungerà un quarto vaccino, dell’azienda J&J, in fase di approvazione;

–  attuali indicazioni che prevedono l’uso dei vaccini a RNA messaggero (mRNA) nei soggetti a più alto rischio di sviluppare una malattia grave (persone estremamente vulnerabili);

–  stadio avanzato della fase 1 a livello regionale (è iniziata la vaccinazione dei soggetti di età; superiore a 80 anni) e il fatto che, sulla base delle prime indicazioni sull’utilizzo del vaccino con vettore virale (AstraZeneca), è stata contestualmente avviata la vaccinazione di alcune categorie prioritarie originariamente previste in fase 3.

Conseguentemente, il Ministero della Salute in collaborazione con la struttura del Commissario Straordinario per l’emergenza COVID, AIFA, ISS e AGENAS ha elaborato la proposta di aggiornamento delle categorie di persone da vaccinare, in base all’età; e alla presenza di condizioni patologiche, nel proseguimento della campagna vaccinale:

Categoria 1. Elevata fragilità (persone estremamente vulnerabili; disabilità grave). Nel definire i gruppi a cui dare priorità nella campagna di vaccinazione si è tenuto conto della particolare fragilità di alcune categorie di cittadini affetti da specifiche patologie valutate come particolarmente critiche in quanto correlate al tasso di letalità associata a COVID-19 per danno d’organo preesistente o compromessa capacità di risposta immunitaria a SARS-CoV-2, definite estremamente vulnerabili (tabella 1 infra) e dei portatori di disabilità gravi ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3 (tabella 2 infra);

Categoria 2: Persone di età compresa tra 70 e 79 anni;

Categoria 3: Persone di età compresa tra i 60 e i 69 anni; 

Categoria 4: Persone con comorbilità di età​​ inferiore a 60 anni.  Questa categoria è nuovamente articolata tenendo conto dell’aumentato rischio clinico di persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di COVID-19 seppur senza quella connotazione di gravità riportata per le persone fragili. In gran parte, le tipologie di patologie prese in considerazione sono le medesime assunte per le persone estremamente vulnerabili, ma il livello di gravità considerato è inferiore;

Categoria 5: Resto della popolazione di età inferiore a 60 anni.

​Tenendo conto delle priorità definite, delle indicazioni relative all’utilizzo dei vaccini disponibili e delle esigenze logistico-organizzative, si potrà inoltre procedere in parallelo:

– alla vaccinazione dei soggetti over 80 e dei soggetti con elevata fragilità e ove previsto dalle specifiche indicazioni in tabella 1 e 2, dei familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari.

– al completamento della vaccinazione delle categorie ricomprese nella fase 1, promuovendo la vaccinazione nei soggetti che non hanno ancora aderito alla campagna e avendo cura di includere, nel personale sanitario e sociosanitario, tutti i soggetti che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie, utilizzando anche vaccini a vettore virale per chi non ha ancora iniziato il ciclo di vaccinazione;

– al completamento della vaccinazione del personale docente e non docente, scolastico e universitario, delle Forze armate, di Polizia e del soccorso pubblico, dei servizi penitenziari e delle altre comunità residenziali.

– la vaccinazione dei soggetti di età dai 70 ai 79 e, a seguire, quella dei soggetti di età dai 60 ai 69 anni.

TABELLA 1 – Persone estremamente vulnerabili, intese come persone affette da condizioni che per danno d’organo preesistente, o che in ragione di una compromissione della risposta immunitaria a SARS-CoV-2 hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di Covid-19.

Malattie respiratorie – Fibrosi polmonare idiopatica; Altre malattie respiratorie che necessitino di ossigenoterapia.

Malattie cardiocircolatorie – Scompenso cardiaco in classe avanzata (III-IV NYHA); Pazienti post shock cardiogeno.

Malattie neurologiche – Sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone; Sclerosi multipla; Distrofia muscolare; Paralisi cerebrali infantili; Pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive*; Miastenia gravis; Patologie neurologiche disimmuni.

Diabete/altre endocrinopatie severe(quali morbo di Addison) – Soggetti con diabete di tipo 1; Soggetti con diabete di tipo 2 che necessitano di almeno 2 farmaci per il diabete o che hanno sviluppato complicanze; Soggetti con morbo di Addison; Soggetti con panipopituitarismo.

Fibrosi cistica – Pazienti da considerare per definizione ad alta fragilità per le implicazioni respiratorie tipiche della patologia di base.

Insufficienza renale/patologia renale.

Pazienti sottoposti a trattamento dialitico cronico.

Malattie autoimmuni – Pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza* – Pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico*.

Malattia epatica – Pazienti con diagnosi di cirrosi epatica.

Malattie cerebrovascolari – Evento ischemico-emorragico cerebrale che abbia compromesso l’autonomia neurologica e cognitiva del paziente affetto; Persone che hanno subito uno “stroke” nel 2020 e per gli anni precedenti con ranking maggiore o uguale a 3.

Patologia oncologica – Pazienti con patologia tumorale maligna in fase avanzata non in remissione; Pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure*.

Emoglobinopatie -Pazienti affetti da talassemia, anemia a cellule falciformi.

Sindrome di Down – Tutti i pazienti con sindrome di Down in ragione della loro parziale competenza immunologica e della assai frequente presenza di cardiopatie congenite sono da ritenersi fragili.

Trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche – pazienti in lista d’attesa o trapiantati di organo solido *; – pazienti in attesa o sottoposti a trapianto (sia autologo che allogenico) di cellule staminali emopoietiche (CSE) dopo i 3 mesi e fino ad un anno, quando viene generalmente sospesa la terapia immunosoppressiva*; – pazienti trapiantati di CSE anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l’ospite cronica, in terapia immunosoppressiva*;

Grave obesità – Pazienti con BMI maggiore di 35. HIV – Pazienti con diagnosi di AIDS o HIV – Pazienti con diagnosi di AIDS o ​HIV – Pazienti con diagnosi di AIDS o * Vaccinare anche i conviventi (nel caso di minori che rientrano nella definizione di estremamente vulnerabili e che non possono essere vaccinati per mancanza di vaccini indicati per la loro fascia di età, vaccinare i relativi genitori/tutori/affidatari).

TABELLA 2 – Disabilità gravi. Disabilità (fisica, sensoriale, intellettiva, psichica), ovvero  Disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3, e familiari conviventi e “caregiver” che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto.

Campagna vaccinale anti Covid-19

Totale vaccini distribuiti: 14.136.480


Totale somministrazioni: 11.252.066


Persone che hanno effettuato 1° e 2° dose: 3.481.428


Somministrazioni over-80: 3.854.792


Somministrazioni 70-79 anni: 996.784


Somministrazioni ad ospiti RSA: 570.199


Somministrazioni personale sanitario: 3.068.873


Somministrazioni personale scolastico: 1.061.000


Malattie rare e vaccino Covid-19, ecco i codici di esenzione delle patologie con la massima priorità vaccinale
Le raccomandazioni dal Tavolo Interregionale Malattie Rare, redatte già il 15 marzo. Sembra che le regioni si stiano allineando al documento. Il codici di esenzione individuati sono 115

Quale priorità vaccinale per i malati rari? Quali sono i codici di esenzione che danno diritto a rientrare nella famigerata tabella 1 delle “Raccomandazioni ad interim sui Gruppi target della vaccinazione anti SARS-CDV2/Covid19 del 10/3/2021” che esplicita i soggetti estremamente vulnerabili?  Finalmente è arrivata una prima risposta concreta, con il Documento redatto dal Tavolo interregionale Malattie Rare del 15/03/2021 che identifica i codici R di malattia rara corrispondenti alle Indicazioni Ministeriali (Allegato 1). Tale documento permette l’applicazione concreta dei codici di esenzione  per i pazienti con malattie rare in modo da definire un comportamento omogeneo tra tutte le regioni e provincie autonome. Si suppone dunque che tutte le regioni debbano ora attenersi a queste disposizioni.

Ciò che sappiamo per certo è  la Regione Campania ha recepito il documento, rendendolo pubblico; così come la Regione Puglia.
L’elenco, che riportiamo di seguito, ha incluso anche numerose malattie metaboliche ereditarie nelle priorità vaccinali anti Covid-19

ATTENZIONE: Questo elenco non sostituisce la tabella 1 delle “Raccomandazioni ad interim”sopracitate. Si tratta di un elenco che ESTENDE le raccomandazioni sulle priorità vaccinali. L’elenco è riferito ai soli codici di malattie rare. Non compaiono quindi malattie croniche.

Questo elenco è stato trasmesso alle Regioni. Ogni singola regione deve recepire il documento e attuarlo, a seconda del proprio piano vaccinale e con modalità a propria discrezione. Questo perché a livello nazionale non sono state stabilite modalità univoche di prenotazione, chiamata, tempistiche.

MALATTIE RESPIRATORIE
NOME MALATTIA O GRUPPO DI PATOLOGIE CODICE DI ESENZIONE
FIBROSI POLMONARE IDIOPATICA RHG0I0
EMOSIDEROSI POLMONARE IDIOPATICA RH0020

 

MALATTIE NEUROLOGICHE
SCLEROSI LATERALE AMIOTROFlCA  RF0100
 SCLEROSI LATERALE PRIMARIA  RF0110
ATROFIE MUSCOLARl SPINALI  RFG050
DISTROFIE MUSCOLARI -DISTROFIE MIOTONICHE  RFG080 +   RFG090
SINDROMI MIASTENICHE CONGENITE E DISIMMUNI RFG101
EATON-LAMBERT, SINDROME DI RF0190
POLINEUROPATIA CRONICA INFIAMMATORIA DEMIELINIZZANTE RF0180
NEUROPATIA MOTORIA MULTIFOCALE  RF0181
GUILLAIN-BARRÉ, SINDROME DI (limitatamente a forme gravi croniche e invalidanti) RF0183
SINDROME POEMS RN1610
 SCHILDER, MALATTIA DI  RF0111
 LEWIS SUMMER SINDROME DI RF0l82
SINDROME DELLA PERSONA RIGIDA RF0411

DIABETE – ALTRE ENDOCRINOPATIE SEVERE

POLlENDOCRINOPATIE AUTOIMMUNI  

RCG030

 

WOLFRAM SINDROME DI

 

RN1290

 

IMMUNODEFICIENZE

IMMUNODEFICIENZE PRIMARIE RCG160
MALATTIA GRANULOMATOSA CRONICA RD0050
 

SINDROMI AUTOINFIAMMATORIE EREDITARIE/FAMTLIARI (incluse FEBBRE MEDITERRANEA FAMILIARE (codice RC0241) e SINDROME TRAPS (codice RC0243) 

 

RCG161+ RC0241 +RC0243

SCHNITZLER , SINDROME DI RC0290
ANGIOEDEMA EREDITARIO E ACQUTSITO DA DEFICIT DI Cl INIBITORE RC0190 +RC0191
CHEDIAK-HIGASHI, MALATTIA DI RD0060
SHWACHMAN- DIAMOND, SINDROME DI RD0080
SINDROME EMOLITICO UREMICA* RD0010*
PIASTRlNOPATIE AUTOIMMUNI PRIMARIE CRONlCHE*  RDG031*
MICROANGIOPATIE TROMBOTICHE *  RGG010*
 SINDROM E DA ANTICORPI ANTIFOSFOLIPIDI (FORMA PRIMITIVA)*  RC0220 *
DERMATOMIOSITE* RM0010*

 PAZIENTI CON PATOLOGIA AUTOIMMUNE IMMUNODEPRESSIONE SECONDARIA A TRATTAMENTO TERAPEUTICO

POLIMIOSITE* RM0020*
SINDROMI DA ANTICORPI ANTISINTETASI” RM0021*
CONNETTIVITE  MISTA* RM0030*
FASCITE  EOSINOFILA* RM0040*
POLICONDRITE RICORRENTE* RM0060*
SCLEROSI SISTEMICA PROGRESSIVA* RM0120*
SCLEROSI CUTANEA DIFFUSA AD ALTA GRAVITÀ CLINICA* RL0080*
MIOSITE A CORPI INCLUSI* RM0110*
MIOSITE EOSINOFILA IDIOPATICA* RM0111*
SINDROME SAPHO* RM0121*
VOGT-KOYANAGI-HARADA, SINDROME DI* RN1720*
CRIOGLOBULINEMIA MISTA*                             RC0110*
BEHÇET,  MALATTIA  DI* RC0210*
POLIANGIOITE MICROSCOPICA* RG0020*
POLIARTERITE NODOSA* RG0030*
GRANULOMATOS\ EOSINOFILICA CON POLLANGITE* RG0050*
GOODPASTURE, SINDROME DI* RG0060*
GRANULOMATOSI CON POLIANGITE* RG0070*
ARTERITE A CELLULE GIGANTI* RG0080*
TAKAYASU, MALATTIA DI* RG0090 *
COGAN, SINDROME DI* RF0270*
SARCOIDOSI* RH0011*
PORPORA DI HENOCH-SCHÙNLEIN RICORRENTE* RD0030*
PEMFIGO* RL0030*
PEMFIGOIDE  BOLLOSO* RL0040*
PEMFIGOIDE BENIGNO DELLE MUCOSE* RL0050*
PIODERMA GANGRENOSO CRONICO* RL0090*
EPIDERMO LISI BOLLOSA EREDITARIA* RN0570*
FIBROSI RETROPE RITONEALE* RJ0020*
GLOMERULOPATIE PRIMITIVE*              RJG020*
* in prolungata terapia almeno 4 settimane con alte dosi di glucorticoidi (prednisone equivalente> 20 mg/die) e/o con agente immunodepressori tradizionale e/o agente biotecnologico

 

 MALATTIE EPATICHE E CIRROSI

CARENZA CONGENITA DI ALFA-1-ANTITRIPSINA § RC0200 § 
FIBROSI EPATICA CONGENITA § RP0070 §
ATRESIA BILIARE § RN0210 §
CAROLI, MALATTIA DI  § RN0220 §
ALAGILLE, SINDROME DI § RN1350 §
MALATTIA DEL FEGATO POLICISTICO § RN0230 §
COLANGITE PRIMITIVA SCLEROSANTE § RI0050 §
COLESTASI INTRAEPATICHE PROGRESSIVE FAMILIARI §’ RIG010 §
BUDD-CHIARI, SINDROME DI § RG0110 §
WILSON, MALATTIA  DI § RC0150 § 
EMOCROMATOSI EREDITARIA-DIFETTI CONGENITI DEL METABOLISMO E DEL TRASPORTO DEL FERRO § RCG100 §
DIFETTI CONGENITI DEL METABOLISMO E DEL TRASPORTO DEGLL AMINOACIDI § RCG040 §
RCG060 §
DIFETTI CONGENITI DEL METABOLISMO  E DEL TRASPORTO DEI CARBOIDRATI §
DIFETTI CONGENITI DEL METABOLISMO DELLE LIPOPROTEINE §    RCG070 §
DIFETTI CONGENITI DELLA SINTESI DEGLI ACIDI BILIARI §  

RCG072 §

DIFETTI CONGENITI DELLA OSSIDAZIONE MlTOCONDRIALE DEGLI ACIDI GRASSI §  

RCG074 §

 DIFETTI DA ACCUMULO DI LIPIDI §  RCG080§
CRlGLER-NAJJAR, SINDROME DI §  RC0180 §
ALTRE MALATTIE DA ACCUMULO LISOSOMIALE §  RCG180 §
 DIFETTI CONGENITI DELLA GLICOSILAZIONE PROTEICA (CDGS) § RCG190 §
§ limitatamente a pazienti con presenza di danno epatico, cirrosi

 

EMOGLOBINOPATIE E PATOLOGIE ONCOLOGICHE

ANEMIE EREDITARIE (talassemie – drepanocitosi) RDG010
WILMS, TUMORE DI RB0010
SINDROME  DI WAGR  RN1730
DENYS-DRASH, SINDROME DI RN1430
RETINOBLASTOMA  RB0020
CRONKHlTE-CANADA, MALATTIA DI  RB0030
GARDNER, SINDROME DI  RB0040
POLIPOSI FAMlLIARE  RB0050 
LINFOANGIOLEIOMIOMATOSI  RB0060
SINDROME DEL NEVO BASOCELLULARE  RB0070
NEUROFIBROMATOSI  RBG010
COMPLESSO CARNEY  RBG020 
SINDROMI DA NEOPLASIE ENDOCRINE MULTIPLE 0 RCG162
SCLEROSI  TUBEROSA  RN0750
PEUTZ-JEGHERS, SINDROME DI  RN0760 
STÙRGE-WEBER, SINDROME DI  RN0770 
VON HIPPEL-LINDAU, SINDROME DI  RN0780 
SINDROME  PROTEUS  RNl 170 °
AMARTOMATOSI MULTIPLE0 RNG200 
MASTOCITOSI SISTEMICA  RD0081 
SINDROMI MIELODISPLASTICHE RDG050 
ISTIOCITOSI CRONICHE RCG150

 

CANCRO NON POLIPOSICO EREDITARIO DEL COLON RBG021
MELANOMA CUTANEO FAMILARE E/O MULTIPLO RB0071

 

GRAVE OBESITA’ (BMI > =35)

PRADER-WILLI, SINDROME DI RN1310
Sindrome di Bardet-Biedl                        RN1380
Sindrome di Smith-Magenis RN1210
RUBINSTEIN-TAYBI, SINDROME DI RN1620
BORJESON-FORSSMAN-LEHMANN, SlNDROME DI RN0840
SINDROMI GRAVI ED INVALIDANTI CON lPOVENTILAZIONE CENTRALE CONGENITA RHG011
COHEN, SlNDROME Dl RN0401
ALSTROM, SINDROME DI RN1370

 

Il documento originale è disponibile a questo link, riportato dalla Regione Campania. La Regione Puglia ha riportato il provvedimento integralmente all’interno del proprio piano vaccinale aggiornato.

Clicca qui per maggiori informazioni su vaccini, malattie rare, priorità e modalità vaccinali.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com