Le Cronache Lucane

DIFENSORI CIVICI, NUOVA IMPORTANTE NOMINA PER LA LUCANA FIORDELISI

Eletta all’unanimità Vice Presidente del Coordinamento dei Difensori Civici Regionali. È la prima volta che tocca alla Basilicata

Antonia Fiordelisi, Difensore Civico della Regione Basilicata dal 2014, è stato eletta Vice Presidente del Coordinamento dei Difensori Civici Regionali. Una figura molto importante al servizio dei cittadini, dei quali si occupa di garantire diritti ed interessi nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni e degli erogatori di servizio pubblico. Negli scorsi giorni si è svolta in modalità telematica la riunione dei Difensori Civici Regionali e delle Province autonome di Trento e Bolzano, durante la quale sono stati rinnovati gli organi direttivi. Enrico Formento Dojot, Difensore civico della Valle d’Aosta, è stato eletto nuovo presidente. Mentre la lucana Antonia Fiordelisi assieme toscano Sandro Vanniini, sono i nuovi Vice Presidenti.

L’Ufficio di Presidenza resterà in carica per i prossimi due anni. Un risultato importante non solo per la Fiordelisi eletta all’unanimità, ma perchè è la prima volta per un difensore civico lucano da quando è stato istituito in Regione (anni 80). Il Coordinamento nasce nel 1994 per diffondere e valorizzare il ruolo della Difesa Civica. Quella del Difensore Civico è una figura molto importante del nostro ordinamento, ma forse poco conosciuta. Si occupa infatti di tutelare i diritti e gli interessi dei cittadini nei rapporti con le amministrazione pubbliche regionali e con i soggetti privati che gestiscono i servizi pubblici.

Un importante biglietto da visita quello della Fiordelisi, intriso di importanti incarichi. Oltre alla sua attività di avvocata, Fiordelisi è Difensore Civico in Basilicata dal 2014. Il primo settembre del 2019, inoltre, è nel pool della Corte Federale d’Appello della Federazione Italiana Giuoco Calcio. È la prima lucana (e una delle poche donne) che è stata chiamata ad amministrare la giustizia sportiva a livello nazionale. Tante le attività e le battaglie portate avanti da Antonia Fiordelisi.

Difensore Civico attento e puntuale che oggi più che mai con questo prestigioso incarico nazionale dovrà farsi carico di nuove sfide come quelle per i diritti in sanità, i parcheggi per i disabili, la trasparenza, la difesa civica e le numerose richieste di aiuto. Cerniera tra la pubblica amministrazione e i cittadini, ma anche garante dei diritti civili e sociali, a partire da quelli dei detenuti. Il Coordinamento nazionale dei Difensori civici delle Regioni e delle Province autonome, di cui la Fiordelisi è vice presidente, opera per la concertazione e la valorizzazione del ruolo istituzionale della difesa civica in Italia, ponendo in essere un’attività di confronto e condivisione delle best practices, nonché promuovendo iniziative, anche in collaborazione con altri soggetti istituzionali, volte alla divulgazione delle sue competenze, con riferimento a temi specifici.

Il Coordinamento ha sede a Roma presso la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome dove si riunisce abitualmente. Oltre agli incontri periodici che si tengono a Roma si riunisce, a rotazione, in altre città, per discutere questioni rilevanti, relative agli sviluppi e alle problematiche relativi al funzionamento della difesa civica in Italia. A livello europeo e internazionale, il Coordinamento e i Difensori civici hanno la possibilità di relazionarsi con l’European Ombudsman Institute (EOI) e con l’International Ombudsman Institute (IOI). Il Coordinamento può intervenire anche su mandato del Mediatore europeo presso gli uffici centrali dello Stato.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti