Le Cronache Lucane

DONATO TELESCA È ORO a BOGOTÀ

L’Azzurro Donato Telesca, alla prima uscita dopo l’emergenza Covid-19, ha vinto la medaglia d’oro alla Coppa del Mondo di Bogotà, sollevando 183kg in terza alzata

BOGOTÀ 2021 

BOGOTÀ WORLD CUP ed è PASS per le Paraolimpiadi di Tokyo 2021

Complimenti congratulazioni auguri a Donato Telesca GO GO GO

05 marzo 2021


ParaPowerlifting, World Cup di Bogotà: oggi Telesca torna in pedana

a cura di Gian Luca Pasini
Tra poche ore riprende il cammino della pesistica azzurra verso Tokyo! La Nazionale Italiana Paralimpica guidata dal Direttore tecnico Sandro Boraschi è infatti a Bogotà, in Colombia, dove domani inizierà la prima World Cup del 2021.

Unico atleta italiano in gara è il 22enne lucano Donato Telesca, determinato come non mai e desideroso di tornare in pedana:

Finalmente si torna in pedana! – dice l’atleta di Pietragalla – Sono affamato di gare, di risultati! Adesso ho un solo obiettivo: migliorare la mia posizione nel ranking, conquistare un buon risultato e poi guardare dritto a Tokyo. Mi sono allenato tantissimo, sono pronto! Dopo un anno di soli allenamenti ho una gran voglia di gareggiare, anche perché voglio migliorare la mia ultima performance, quella di un anno fa alla Coppa del Mondo di Manchester in cui sono andare fuori gara. Tokyo è alle porte e voglio arrivarci pronto; Bogotà sarà solo l’antipasto”.

Donato Telesca, guidato dal DT Boraschi e dal tecnico Antonio Di Rubbo, sarà in gara domani, venerdì 5 marzo 2021 alle ore 21.00 italiane, nella categoria 72 kg.

#05marzo2021
#ParaPowerlifting
Oro per Donato Telesca a Bogotà
{a cura di Gian Luca Pasini La Gazzetta Dello Sport}

L’Azzurro Donato Telesca, alla prima uscita dopo l’emergenza Covid-19, ha vinto la medaglia d’oro alla Coppa del Mondo di Bogotà, sollevando #183kg in terza alzata.

Dopo una prima prova nulla a 178,
il 22enne lucano si è rifatto in seconda alzata migliorandosi ulteriormente alla terza, che gli ha permesso non solo di conquistare il gradino più alto del podio ma anche di superare l’inglese Micky Yule nel ranking olimpico.

🔺Tokyo è più vicino!

Grandi emozioni al momento della premiazione, che ha visto Telesca commuoversi durante l’inno nazionale italiano ma anche il Direttore Tecnico Sandro Boraschi, che non ha potuto fare a meno di esultare:
Ci siamo ripresi quello che avevamo lasciato indietro nell’ultima gara! L’importante era ricominciare e lo abbiamo fatto con il piede giusto. Dedichiamo questa vittoria a tutti quelli che stanno combattendo, in gare ben più complesse delle nostre. Ragazzi siamo tornati!”.

Dietro l’Azzurro, si è piazzato l’atleta panamense Dimas Vasquez Ray Melchor, con il suo ultimo tentativo valido a 165 kg.

Tre nulli a 130 invece per il georgiano Shota Omarashvili.

Prossimo appuntamento per gli Azzurri tra tre settimane alla Coppa del Mondo di Manchester.
#sapevatelo2021


Ed eccoci qui, ci siamo! 

La mia gara sarà questa sera alle 21:00 circa ore italiane!
Diamo il via alle danze 🔱☢️🇮🇹💪🏼!

*

BOGOTÀ WORLD CUP il pass per le Paraolimpiadi di Tokyo 2021?🔱☢️

Lo ammetto… avevo paura di sbagliare.
Paura di tornare a casa pieno di rimorsi, delle prove nulle… la tensione era stelle.
Ho sempre molto rispetto della pedana da gara, soprattuto dopo un anno di stop.

Sono risalito su quella pedana dopo un anno, a Bogotà, dall’altra parte del mondo.
Da solo.
Avevo il mondo intero che mi guardava, la mia famiglia, i miei amici l’Italia.
La tensione era nell’aria e mi tremavano le braccia…

178 kg – tremo, ero nervoso, sbaglio la prima prova.

Mi ero preparato per un anno a quel momento, sono andato dall’altra parte del mondo per vincere non per tremare.
Tuttavia una cosa era allenarsi a casa mentre un’altra è gareggiare mentre il mondo punta gli occhi su di te.

Per qualche minuto ho pensato che sarebbe stata la fine , sarei uscito fuori gara.

Dopo qualche minuti parlando con me stesso capii che i limiti erano solo nella mia testa.
Mi venne in mente una frase che mi disse il mio allenatore qualche anno fa :” I campioni si vedono nei momenti di difficoltà”
In quell’istante la mia mente si azzeró.
Ero pronto per ritornare e prendermi ciò per cui ero lì .

Ritentai, salii su quella pedana…

178 in seconda “Si cazzo!”
Ormai dentro di me si era riaccesa la scintilla che mancava da bel pò.
Ora eravamo pronti per la vera gara, migliorare la vecchia performance
Ho fatto tanti sacrifici per essere lì e una vocina dentro di me prima piano e poi urlando “ Ancora! Di più! Ce la puoi fare! ”

183 in terza ✅
+2 kg dalla mia ultima gara di un anno e mezzo fa .
+1 posizione guadagnata sul ranking per le Paralimpiadi di Tokyo 2021.

Con oggi 7º sul ranking paralimpico.

Un mio alleato prezioso è stata tutta la federazione ovviamente che ci ha permesso di fare tutto al meglio senza pensieri e che mi ha permesso di allenarmi in questo periodo di quarantena a differenza di tantissime altre nazioni.

Anche di questo si parlerà nei capitoli del libro scritto con il mio grande amico Donato Di Capua.. 📖

Vittoria dedicata a tutta l’Italia in questo momento difficile ✨🇮🇹

Ma soprattutto ad una persona lassù che mi ha dato la carica di cui avevo bisogno.✨👨🏻‍🦳

Telesca è tornato, più affamato che mai!☢️☢️


Soddisfatto e rilassato Donato Telesca, a poche ore dalla medaglia d’oro 🥇conquistata alla World Cup di Bogotà
🇮🇹
Prossima tappa: World Cup di Manchester!
💪
#donatotelesca #goldmedal #parapowerlifting #paralympicteam #roadtotokyo #tokyo2020

https://www.facebook.com/100002779134936/posts/3085616338207640/?d=n


DONATO DI CAPUA : 

Ecco, ve lo presento, è un grande sognatore, uno di quelli che ha piantato un piccolo seme, lo ha curato, ha desiderato e aspettato l’uscita del primo germoglio, ha mantenuto il fusto nei momenti di tempesta, ha regalato il profumo e il colore dei suoi fiori… Il vincente è in grado di emozionarsi davanti al pensiero di un’assenza, ha la consapevolezza che esiste la possibilità di perdere e ha rispetto per chi subisce una sconfitta. Non sei banalmente un campione del mondo, sei un campione di vita, sei un essere capace di stravolgere gli eventi, capace di realizzare sogni… spero di riuscire nel mio libro a spalmare i colori più belli per darti la giusta luce, sicuramente i lettori saranno rapiti dalla verità di una vita messa a nudo, azzannati da quel nodo alla gola che strozza dall’emozione… adesso goditi questa vittoria e aspetta… non vedo l’ora di cogliere la tua emozione mentre ti leggo una grande storia… la tua…

*
SANDRO BORASCHI : 23 gare internazionali, 30 medaglie portate a casa. Questa ce la ricorderemo a lungo, voglio condividerla come un segnale di ripartenza per il mondo dello sport, per il mondo delle palestre.
DT SANDRO BORASCHI

*

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com