Le Cronache Lucane

«SI ATTUINO PRESTO I RISTORI PER RISOLLEVARE L’ECONOMIA LOCALE»

La richiesta di Assocommercianti Tricarico

Una richiesta inviata ai ministri della Salute e dell’Economia e finanza e al Presidente della Regione Basilicata, per agevolare i «ristori immediati per tutte le categorie commerciali soggette a chiusura obbligata da Dpcm del primo marzo, alla luce dell’ingiusta zona rossa che la Basilicata sta subendo». A chiederlo l’Assocommercianti di Tricarico che aggiunge: «si auspica la revisione del Dpcm con l’attuazione di micro zone rosse localizzate solo nei comuni più colpiti dal contagio, come già avvenuto in altre regioni. Questo al fine di non sfinire ancor più la martoriata economia della regione Basilicata. Ne va del futuro di centinaia di attività commerciali ormai ridotte allo stremo». «Allo stato attuale l’unico aiuto ricevuto riguarda il ‘ristoro’ per il periodo di chiusura avvenuta dal 12 marzo al 18 maggio 2020, assolutamente insufficiente a risanare l’economia dei piccoli esercenti -aggiungono-.

L’indebitamento dei piccoli e medi imprenditori è forte al punto che gli stessi hanno difficoltà ad accedere a piccoli prestiti e, se non ci saranno indennizzi reali e immediati, molte attività saranno costrette ad “abbassare definitivamente la serranda”». «Non si tratta, come è in tutta evidenza, di una richiesta strumentale ma di un vero e proprio ‘grido di dolore’ di chi a un anno ormai dall’inizio della Pandemia vive giorno dopo giorno una situazione di grave disagio economico e sociale» conclude Assocommercianti di Tricarico.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com